Widgets Magazine
01:14 18 Agosto 2019
Bandiere Cina USA

Senatori USA vogliono imporre restrizioni su visti per studenti cinesi

© AFP 2019 / Wang Zhao
Mondo
URL abbreviato
519

Un gruppo di senatori statunitensi ha presentato al Congresso un progetto di legge che nega il visto agli studenti o ricercatori delle università legate all’esercito cinese.

Il senatore Tom Cotton ha pubblicato sul suo sito un messaggio per informare che insieme agli altri senatori Chuck Grassley, Ted Cruz, Marsha Blackburn, Josh Hawley, Marco Rubio, Mike Gallagher e Vicky Hartzler ha proposto un documento “che esige che il governo USA stenda una lista degli istituti ingegneristici e di ricerca legati all'Esercito Popolare di Liberazione cinese”. “Il progetto di legge vieta agli individui che lavorano in questi istituti militari o che sono sponsorizzati dagli stessi di ricevere un visto di studio o di ricerca negli Stati Uniti”, recita il comunicato.

“L'Esercito Popolare di Liberazione cinese si rafforza grazie ai college e alle aziende tecniche americane. Non dare ai ricercatori dell’esercito cinese accesso ai nostri laboratori di ricerca è un atto di autodifesa di base. È sorprendente che non sia ancora stato fatto”, ha dichiarato il senatore Cotton.

Il senatore Grassley ha aggiunto che “i visti di studio e di ricerca devono essere rilasciati agli stranieri che vogliono dare il loro contributo alle nostre università e centri di ricerca, e non ai nemici e alle spie straniere che vogliono danneggiarci”. “La Cina ha troppo a lungo approfittato di noi per fare i suoi interessi”, sostiene Grassley nel comunicato.

Nel documento, inoltre, si legge che secondo le stime negli ultimi 10 anni l’Esercito Popolare di Liberazione Cinese ha mandato a studiare all’estero più di 2500 ingegneri e studiosi, che in alcuni casi non rivelavano i propri legami con le forze armate.

Il quotidiano britannico Times aveva precedentemente riportato che la CIA ha accusato l’azienda cinese Huawei di essere sponsorizzata dalle autorità cinesi. La Huawei era già stata accusata sia da Stati Uniti che da Australia di aver commesso spionaggio tecnico e di aver raccolto dati segreti tramite le proprie apparecchiature, utilizzate in diversi paesi del mondo. Le autorità americane hanno diverse volte esortato i colleghi europei a riflettere sulla partecipazione delle aziende cinesi allo sviluppo delle reti 5G in Europa.

Il primo ministro cinese Li Keqiang durante il summit tra UE e Cina, svoltosi a Bruxelles il 9 aprile, ha categoricamente respinto le accuse di spionaggio nei confronti delle compagnie di telecomunicazione cinesi, dicendo che finora non sono state presentate prove concrete a riguardo.

Correlati:

Da autorità USA diniego dei visti a diplomatici russi per conferenza su disarmo all'ONU
Russia pronta a discutere con USA fissazione stessi prezzi dei visti
Scontro Grennell-Huawei in Germania
Tags:
Spionaggio, visti, USA, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik