Widgets Magazine
02:34 21 Luglio 2019
Una delle isole minori della Terra di Francesco Giuseppe

Gli scienziati svelano come l'umanità ha cambiato il pianeta in 50 anni

© Sputnik . Vera Kostamo
Mondo
URL abbreviato
212

Il Gruppo intergovernativo di esperti sulla biodiversità e servizi ecosistemici (IPBES) ha condotto uno studio su vasta scala che ha mostrato come l'attività umana abbia cambiato il pianeta negli ultimi 50 anni.

Lo studio ha coinvolto più di 400 scienziati ed esperti che per tre anni hanno raccolto e analizzato dati provenienti da oltre 15.000 fonti di informazione scientifiche e governative.

Di conseguenza, gli scienziati hanno scoperto che circa un milione di specie di animali sono ora a rischio di estinzione, il numero di specie locali terrestri è diminuito del 20%, quelle anfibie del 40%, dei coralli del 33%, e un terzo dei mammiferi marini sono a rischio di estinzione.

Inoltre, secondo gli scienziati, oltre un terzo della superficie terrestre e il 75% delle riserve di acqua dolce vengono usati per l’agricoltura e l’allevamento. Circa 60 miliardi di tonnellate di risorse rinnovabili e non rinnovabili vengono estratte sul pianeta ogni anno, la produzione agricola è triplicata dal 1970 e il volume di raccolta del legname è aumentato del 45%. Inoltre, la produttività totale della superficie terrestre negli ultimi 50 anni è diminuita del 23%.

I ricercatori hanno anche calcolato che da 300 a 400 tonnellate di metalli pesanti e vari rifiuti tossici industriali vengono scaricati annualmente negli oceani, il che ha creato circa 400 "zone morte" negli oceani con un'area totale di circa 245 mila chilometri quadrati, che supera l'estensione del Regno Unito. Inoltre, dal 1992, l'area delle città è raddoppiata.

Gli scienziati dicono che tutto ciò ha già portato al fatto che circa 300 milioni di persone sono a maggior rischio di inondazioni e uragani, e nel 2050 questo processo negativo per il pianeta non si fermerà.

Come ha detto il capo dello studio, Robert Watson, l'umanità sta distruggendo "le basi della sua economia, i mezzi di sussistenza, la sicurezza alimentare e la sua salute". Tuttavia, a suo avviso, questo processo può essere fermato se verrà effettuata una fondamentale riorganizzazione sociale riguardante "fattori tecnologici, economici e sociali, inclusi paradigmi, obiettivi e valori".

Correlati:

Francia, barriera corallina artificiale sarà smantellata perché pericolosa per l’ambiente
Il Lago di Como e il Lago Bajkal uniscono le forze per difendere l’ambiente
Scienziati annunciano le condizioni per la stabilizzazione del clima
Tags:
Tutela dell'ambiente, Disastro ambientale, disastro ambientale, Ambiente
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik