Widgets Magazine
05:27 20 Agosto 2019
Iran

L'Europa deve sostenere l'Iran per evitare nuova guerra nel Golfo Persico

© AFP 2019 / STR/VAHIDREZA ALAI
Mondo
URL abbreviato
3150

Se la UE non vuole che la sua politica estera sia dettata da Washington, allora deve sostenere l'Iran e non unirsi alle sanzioni statunitensi, scrive il giornale economico tedesco Handelsblatt. In caso contrario Teheran potrebbe definitivamente rompere l'accordo nucleare e riprendere il suo programma nucleare, portando l'escalation in tutta la regione.

La politica estera europea sta subendo un test sulla sua solidità, scrive Handelsblatt: Donald Trump ha "ingannato" l'UE optando per il ritiro unilaterale dall'accordo nucleare con l'Iran, ed ora mette pressione su Teheran attraverso le sanzioni.

Il giornale rileva che al di là delle "espressioni di preoccupazione" per le azioni unilaterali di Washington, l'UE non si oppone a Trump.

Per Teheran le parole non bastano: il governo deve spiegare ai suoi cittadini perché dovrebbe continuare ad aderire all'accordo nucleare in condizioni in cui le esportazioni di petrolio e il commercio con l'Iran restano ancora bloccati.

Handelsblatt scrive che per la pressione degli Stati Uniti, le forniture di petrolio sono interrotte e gli accordi commerciali tra l'Iran e l'Europa sono stralciati. Allo stesso tempo, gli esperti dell'AIEA hanno più di una volta confermato che Teheran ha interrotto il processo di arricchimento dell'uranio e il suo programma di progettazione di armi nucleari. Tuttavia l'Iran non ha ricevuto nulla in cambio, si afferma nell'articolo.

L'ultimatum di Rouhani di 60 giorni, secondo cui l'UE, la Russia e la Cina dovrebbero continuare a perseguire gli accordi e resistere alle sanzioni statunitensi è, prima di tutto, un segnale all'Europa, sostiene Handelsblatt. Bruxelles vuole davvero che la sua politica estera sia dettata da Washington?

Secondo la pubblicazione, l'UE insieme a Cina e Russia deve resistere all'embargo americano e continuare a comprare il petrolio iraniano, sviluppare progetti di business congiunti e condurre transazioni finanziarie. Perché se l'Iran alla fine si ritira dall'accordo e rinnova il suo programma nucleare, destabilizzerà l'intera regione. Come notato dal giornale, i vicini dell'Iran hanno notevolmente rafforzato gli arsenali e gli Stati Uniti hanno inviato una propria portaerei nel Golfo Persico.

Handelsblatt sottolinea che alle "parole intelligenti" dell'Europa sulla salvaguardia dell'accordo nucleare per la sua importanza per la pace nella regione dovrebbero seguire azioni immediate: serve portare stabilità economica all'Iran e quindi dovrebbe essere concordata l'idea di sicurezza per l'intera regione.

Se non verrà fatto, allora la regione sarà afflitta da una nuova guerra nel Golfo, secondo la pubblicazione.

Pertanto la UE deve urgentemente assumere una posizione decisa e contribuire alla de-escalation.

Correlati:

Iran accusa, nuove sanzioni USA contrarie agli accordi internazionali
Portaerei americana “Abraham Lincoln” attraversa il Canale di Suez
Macron: colpa degli USA se Iran usciranno da accordo nucleare
Tags:
Nucleare, Accordo nucleare, Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Geopolitica, Occidente, Unione Europea, UE, Golfo Persico, USA, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik