15:16 25 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
210
Seguici su

La società privata giapponese Interstellar Technologies Inc. ha effettuato un lancio di successo del suo razzo suborbitale Momo-3. Dopo essere decollato dalla rampa di lancio di Hokkaido, il razzo ha raggiunto un'altitudine di 110 chilometri e dopo 10 minuti di volo è caduto nell'Oceano Pacifico.

Era il terzo tentativo: i due lanci precedenti sono avvenuti nel 2017 e il 2018, e si sono conclusi in incidenti. Questa volta, come riportato da The Japan Times, i test hanno avuto pieno successo e Momo-3 è diventato il primo razzo spaziale giapponese creato con fondi privati.

Il razzo Momo ha una lunghezza di 9,9 metri e un diametro di 50 centimetri, il suo peso iniziale è di una tonnellata. Il motore è alimentato a ossigeno liquido e ad alcol etilico. Il razzo è progettato per i voli suborbitali, èd in grado di trasportare un carico utile di 20 chilogrammi ad un'altezza di oltre 120 chilometri. Per il carico utile nella prua del razzo c'è un compartimento cubico con una lunghezza di 30 centimetri. Dopo la fine dell'accelerazione, il compartimento con il carico utile si trova per circa quattro minuti in condizioni di assenza di gravità, dopo di che rientra con un paracadute.

Prima di questo, la società aveva provato a lanciare il razzo due volte, la prima volta a luglio 2017. La prima volta è decollato con successo, ma dopo 70 secondi di volo, è andata perso il segnale di controllo. Il 30 giugno 2018, Interstellar Technologies ha tentato di effettuare un altro lancio, ma quella volta il razzo non ha nemmeno avuto il tempo di decollare: circa un secondo dopo il lancio, un incendio si è verificato nel motore, dopo alcuni secondi la spinta del motore si è ridotta bruscamente e il razzo è caduto sul complesso di lancio.

Questa volta il lancio è stato pianificato alle 05:45 per l'ora di Tokyo (11:45 ora di Roma), il motore del razzo ha funzionato, come previsto, per circa due minuti. Il lancio è stato visto da circa un migliaio di persone.

Interstellar Technologies è stata fondata nel 2013 da Takafumi Horie, ex presidente della compagnia Internet Livedoor Co. L'azienda ha come obiettivo la creazione di un veicolo di lancio economico per il lancio di piccoli satelliti.

Il vettore Electron è stato sviluppato ed è gestito dalla società RocketLab. Per la prima volta il loro razzo ha trasportato con successo il carico utile a novembre 2018. Anche infrastrutture del governo giapponese stanno lavorando allo sviluppo di un razzo. Nel febbraio 2018 la JAXA ha lanciato con successo il missile SS-520 No.5 , il razzo vettore più compatto al mondo. Consiste di tre stadi, ed è alimentato a combustibile solido. A bordo del razzo c'era un microsatellite di geo-prospecting e comunicazioni TRICOM 1R del peso di circa tre chilogrammi.

Correlati:

In Giappone comincia una nuova era
Il Giappone sviluppa un missile per colpire oltre le forze aeree nemiche
Tags:
JAXA, Tecnologia, tecnologia, Spazio, Spazio, Giappone
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook