09:31 27 Maggio 2019
Президент Венесуэлы Николас Мадуро во время марша в Международный День труда (1 мая 2016). Каракас

Gli Stati Uniti accusano la Cina di aver sponsorizzato il governo Maduro

© AFP 2019 / JUAN BARRETO
Mondo
URL abbreviato
La crisi politica in Venezuela (395)
6230

Il Dipartimento di Stato USA ha accusato la Cina di aver finanziato il governo del presidente venezuelano Nicolás Maduro.

La rappresentante ufficiale del Dipartimento di Stato Morgan Ortagus ha scritto su Twitter che “la cosiddetta non interferenza della Cina” ha portato alla sponsorizzazione delle autorità venezuelane “per una somma di circa 60 milioni di dollari”.

Precedentemente il rappresentante ufficiale del Ministero degli Affari Esteri cinese Lu Kang aveva detto che per quello che riguarda la situazione in Venezuela la Cina si attiene ai principi dell’ONU, al mantenimento della pace e della stabilità nella regione, e le accuse che Pechino avrebbe influenzato negativamente la situazione di crisi in Venezuela “non corrispondono ai fatti”.

Il 21 aprile in Venezuela sono scoppiate le proteste di massa contro il presidente attuale Nicolás Maduro subito dopo il suo giuramento. Quando sono iniziati i disordini il Presidente dell’Assemblea Nazionale Jua Guaidó si è illegalmente proclamato capo di stato temporaneo. Diversi paesi occidentali capitanati dagli Stati Uniti hanno dichiarato di riconoscere la posizione di Guaidó. A sua volta Maduro ha detto che il capo del parlamento è una marionetta degli USA. La Russia, la Cina e altri paesi hanno sostenuto Maduro come legittimo presidente del Venezuela. Mosca considera inesistente la “carica presidenziale” di Guaidó.

Tema:
La crisi politica in Venezuela (395)

Correlati:

Esercito venezuelano rimasto fedele a Maduro nonostante le aspettative USA
Maduro: Trump "non passerà"
Amministrazione USA: l’arresto di Guaidó sarà “l’ultimo errore” di Maduro
Tags:
Dipartimento di Stato USA, Nicolas Maduro, USA, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik