09:00 27 Maggio 2019
Il Pentagono, il quartier generale del Dipartimento della difesa statunitense.

Il Pentagono non vuole una nuova corsa agli armamenti con la Russia

© Foto: Pubblico dominio
Mondo
URL abbreviato
6113

Gli Stati Uniti non sono interessati a una nuova corsa agli armamenti con la Russia, né alla creazione di armi simili a quelle annunciate di recente da Mosca. Lo ha annunciato oggi il portavoce ufficiale del Pentagono David Trachtenberg, parlando alla Brookings Institution di Washington.

"Per la corsa agli armamenti bisogna essere in due. Noi non siamo interessati a far quadrale il sistema nel sistema con i russi. I russi stanno sviluppando un numero enorme di nuove armi nucleari, compresi i ben noti sistemi nucleari che il presidente Putin ha annunciato in pompa magna", ha detto Trachtenberg.

Egli ha spiegato che gli Stati Uniti non stanno facendo quel gran numero di cose di cui si sta occupando la Russia in questo momento.

"Quello che stiamo cercando di fare è prendere una serie di misure per ridurre la fiducia della Russia in se stessa. Ciò che stanno facendo i russi dà loro dei vantaggi tangibili, che li porteranno ad un errore di calcolo che non vorremmo vedere", ha aggiunto.

Trachtenberg è il vice di John Ruda, che come sottosegretario alla difesa degli Stati Uniti sovrintende ai problemi politici del dipartimento.

Il presidente russo Vladimir Putin il primo marzo 2018, durante il suo messaggio annuale all'Assemblea federale, ha presentato le nuove armi strategiche della Russia, inclusi i missili ipersonici Kinzhal, Avangard e Burevestnik, il laser da combattimento Peresvet e il drone sottomarino Poseidon.

Correlati:

Pentagono intima alla Turchia di rinunciare agli S-400 russi
Il Pentagono promette di proteggere lo spazio dalle armi russe e cinesi
Media: il Pentagono sviluppa deterrenti contro la Russia in Venezuela
Tags:
corsa agli armamenti, Russia, Pentagono, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik