Widgets Magazine
22:02 22 Agosto 2019

La Russia testa la prima centrale elettronucleare galleggiante

© Sputnik . Alexander Galperin
Mondo
URL abbreviato
0 60

In Russia sono stati portati a termine i collaudi della prima centrale elettronucleare su acqua Akademik Lomonosov.

L’ufficio stampa Rosenergoatom, parte di Rosatom, ha reso noto che entrambi gli impianti hanno passato il collaudo al massimo della potenza.

“I test svolti hanno confermato la stabilità del funzionamento delle apparecchiature principali e supplementari, come anche dei sistemi di comando automatizzato dei processi tecnologici”, comunica l’organizzazione. “I collaudi, terminati con successo, sono per il team di specialisti di Rosatom un grande traguardo”.

“I risultati dei test hanno confermato i parametri tecnologici previsti dal progetto”, ha detto il CEO di Rosenergoatom Andrej Petrov, le cui parole sono citate nel comunicato stampa.

Alla fine dei lavori verrà steso un certificato di accettazione della centrale da parte della commissione statale. La licenza per l’utilizzo dovrebbe essere pronta a luglio.

Inoltre entro la fine dell’anno a Pevek saranno completati i lavori di costruzione delle attrezzature costiere e idrotecniche per la centrale termica elettroatomica galleggiante e delle infrastrutture per la trasmissione dell’elettricità e del calore ai centri urbani.

“Al momento attuale tutti i lavori sono al passo con i tempi previsti”, si legge nel comunicato.

Akademik Lomonosov è il progetto principale di una serie di centrali elettriche mobili di piccola potenza. Si tratta di una sorgente energetica di nuova generazione basata sulle tecnologie russe e sarà attivo nelle regioni dell’Estremo Nord e dell’Estremo Est. Il suo scopo principale è di fornire l’energia necessaria alle imprese industriali distanti dai grossi centri, alle città portuali e alle piattaforme per l’estrazione di petrolio e gas in mare aperto.

La centrale gode di altissimo livello di resistenza ed è quindi immune agli tsunami e alle altre catastrofi naturali. È inoltre dotata di due reattori nucleari KLT40, in grado di lavorare fino a 70 megawatt di energia elettrica e 50 gigacalorie di energia termica all’ora. È energia sufficiente per una città di circa 100 mila abitanti. Inoltre le centrali possono funzionare anche sulle isole.

Correlati:

Rivoluzione nel settore dell’energia termonucleare?
Ministero dell’energia propone esenzione tariffe doganali su navi per Nord Stream 2
Perché l'energia nucleare è ora più sicura che mai?
Tags:
energia nucleare, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik