07:11 14 Novembre 2019
Il fungo atomico

Quante persone potevano uccidere gli USA in una guerra nucleare?

CC0
Mondo
URL abbreviato
2227
Seguici su

Si sono distinti di nuovo gli analisti americani: ritengono che in un conflitto nucleare globale gli Stati Uniti soffrirebbero meno degli altri Paesi.

Analisti militari statunitensi hanno stimato che in un attacco nucleare simultaneo degli Stati Uniti contro l'Unione Sovietica e la Cina durante la guerra fredda si sarebbero potute contare 350 milioni di vittime. Secondo la rivista The National Interest, nel merito era stato elaborato un unico piano operativo integrato (SIOP), secondo cui in primo luogo dovevano essere distrutte le città maggiormente industrializzate e con una migliore rete di trasporto.

Secondo gli analisti, oltre il 72% della popolazione complessiva delle città colpite sarebbe morta nei primi minuti dopo l'esplosione delle armi nucleari. Tuttavia gli attacchi nucleari non erano previsti contro i soli territori dell'Urss e della Cina. Dovevano essere colpiti anche gli alleati del Patto di Varsavia ed altri Paesi "amici" dell'Unione Sovietica.

Gli esperti americani hanno valutato le loro vittime di un attacco di rappresaglia con numeri molto più modesti. Secondo gli analisti, i missili sovietici avrebbero potuto uccidere da 60 a 90 milioni di persone. Allo stesso tempo l'attacco agli alleati degli Stati Uniti in diverse regioni non è stato preso in considerazione.

Tags:
guerra nucleare, Armi nucleari, URSS, Cina, Russia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik