Widgets Magazine
06:48 21 Agosto 2019
Le proteste in Sudan

Delegazione sudanese invitata negli USA a discutere la rimozione delle sanzioni

© REUTERS / Stringer
Mondo
URL abbreviato
0 13

Il capo del consiglio militare transitorio del Sudan Abdelfattah al Burhan ha detto che una delegazione sudanese è stata invitata negli USA per discutere la possibilità di esclusione del paese dalla lista dei paesi che sostengono il terrorismo, trasmette la tv Al-Arabiya.

In precedenza i media, citando il portavoce della Casa Bianca, ha riferito che Washington è pronta a considerare la possibilità di escludere il Sudan dalla lista dei paesi che sostengono il terrorismo nel caso in cui ci sarà un pacifico cambio di potere nel paese.

Il Sudan è stato incluso nella lista degli Stati sponsor del terrorismo il 12 agosto 1993.

Il colpo di stato militare si è verificato in Sudan l’11 aprile dopo quattro mesi di proteste popolari. Il presidente Omar Al-Bashir è stato estromesso dal potere e successivamente messo in prigione.

Il potere è passato all’esercito di transizione, che intende entro due anni, trasferirlo all’autorità eletta. Tuttavia, le proteste popolari, nonostante le promesse dei militari, non si placano. 

I manifestanti richiedono la formazione immediata dell'organo amministrativo civile e il trasferimento di tutti i poteri.

Correlati:

Consiglio di Sicurezza ONU estende missione caschi blu in Sudan
Nuove autorità del Sudan contano sul sostegno della comunità internazionale
Media: scoperti milioni di euro in residenza di ex presidente del Sudan
Tags:
militari, Protesta, Sanzioni, USA, terroristi, Sudan
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik