Widgets Magazine
15:25 18 Luglio 2019
Pristina, Kosovo

In Kosovo tornati i familiari dei foreign fighters in Siria

© Sputnik . Ilya Pitalev
Mondo
URL abbreviato
0 010

Tra gli arrivi ci sono 32 donne e 74 bambini, ha detto il ministro della giustizia del non riconosciuto Kosovo, Abelardo Tahiri.

Mogli e figli dei foreign fighters kosovari che hanno preso parte alle ostilità in Siria sono stati riportati su un aereo speciale in patria: sono atterrati all'aeroporto di Pristina la scorsa notte. Abelardo Tahiri, il ministro della Giustizia dell'autoproclamata Repubblica del Kosovo, ha riferito che tra gli arrivati c'erano 32 donne e 74 bambini.

"Donne e bambini sono stati evacuati dalla zona di conflitto, meritano la riabilitazione, sono sopravvissuti ad un periodo difficile", ha detto il ministro, citato da Gazeta Express.

Allo stesso tempo quattro foreign fighters che, secondo la polizia kosovara sono pericolosi, sono stati identificati tra le persone rimpatriate.

"Su dispositivo della Procura speciale, quattro combattenti sono stati messi in stato di fermo per 48 ore", ha detto Rashit Kalai, comandante della polizia del Kosovo.

Secondo lui, 30 jihadisti, 49 donne ed 8 bambini rimangono nella zona di conflitto in Siria.

In precedenza oltre 400 kosovari si erano uniti alle forze dello Stato Islamico in Siria. Durante il conflitto, circa 70 di loro sono stati uccisi, mentre le loro mogli e figli continuano a restare in Siria. Secondo una legge del Kosovo del 2015, i foreign fighters e mercenari rischiano una condanna a 15 anni di reclusione.

Tags:
ISIS, Terrorismo, Kosovo, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik