Widgets Magazine
08:31 18 Ottobre 2019
Obesità

Genetisti USA creano test per prevedere lo sviluppo dell’obesità

© Fotolia / Sentello
Mondo
URL abbreviato
201
Seguici su

I biologi americani hanno creato un insolito test del DNA che consente di calcolare la probabilità che una persona diventi obesa o in sovrappeso negli anni della vita adulta, anche prima della sua nascita. I primi risultati del suo lavoro sono stati presentati sulla rivista Cell.

"Sospettavamo da tempo che alcune persone fossero nate predisposte allo sviluppo dell'obesità per motivi genetici, ora siamo stati in grado di confermarlo e capire come valutare questo rischio. Naturalmente, non neghiamo che i geni e l'ambiente influenzano il sovrappeso. Tutte le persone dovrebbero capire che avere un insieme di mutazioni sfavorevole non è una scusa", ha detto Amit Khera della Harvard University (USA).

Gli scienziati sono stati a lungo interessati a ciò che porta esattamente allo sviluppo dell'obesità, le caratteristiche psicologiche individuali di ogni persona e la mancanza di autocontrollo, o alcuni fattori genetici che interrompono la circolazione dei nutrienti nel corpo o il lavoro dei centri di appetito e saturazione nel cervello. Ognuna di queste teorie ha i suoi sostenitori che hanno raccolto molte prove a favore del loro caso negli ultimi anni.

Il problema, come notano gli scienziati, è che oltre a diversi "geni dell'obesità", come FTO o IRX3, che influenzano notevolmente lo sviluppo dell'obesità, ci sono circa due milioni di piccole mutazioni che sono statisticamente associate al sovrappeso. Ciascuna di esse influenza il metabolismo umano piuttosto debolmente, ma il loro effetto cumulativo sul metabolismo può essere molto significativo.

Hira e i suoi colleghi hanno verificato se questo è vero in effetti, esaminando la frequenza con cui tali "errori di battitura" nel genoma erano presenti nel DNA di circa 120.000 cittadini britannici che hanno partecipato al progetto di Biobank nel Regno Unito. Oltre ai loro genomi, gli organizzatori di questo studio hanno raccolto dati per capire se i partecipanti erano in sovrappeso, che tipo di dieta avevano e quale stile di vita seguivano.

Confrontando le serie di mutazioni con l'indice di massa corporea dei volontari, gli scienziati hanno scoperto che questa lista di errori di battitura nel DNA riflette molto bene non solo il loro peso attuale, ma anche la traiettoria generale del suo sviluppo nel corso della vita. In generale, il loro peso era di circa un terzo dipendente da fattori genetici, che è significativamente superiore a quello che la genetica precedentemente riteneva.

Come dimostrato dai calcoli dei genetisti, ciò consente di prevedere in modo molto preciso se una persona soffrirà di problemi di sovrappeso negli anni della vita adulta immediatamente dopo la sua nascita, o anche prima della nascita stessa. In particolare, circa il 60% dei cittadini britannici con obesità estrema erano portatori di un gran numero di mutazioni simili, mentre solo il 9% dei partecipanti alla Biobank del Regno Unito aveva serie simili di errori di battitura minori nel DNA.

È interessante notare che tali cambiamenti "dannosi" nella struttura del genoma non hanno praticamente alcun effetto sul peso del bambino alla nascita, ma iniziano ad agire sul suo sviluppo fin dai primi giorni di vita. Ad esempio, la massa di bambini con una serie di mutazioni simili era superiore di 3,5 chilogrammi rispetto ai coetanei all'ottavo anno di vita e all'età di 18 anni ha raggiunto una differenza di 12,3 chilogrammi.

Tale test, come rilevato da Hira e dai suoi colleghi, non solo aiuterà i medici a proteggere i loro pazienti dallo sviluppo dell'obesità fin dai primi anni della loro vita, ma chiarirà anche il ruolo dei fattori non genetici nell'acquisizione di massa in eccesso, confrontando le differenze nel comportamento delle persone magre e obese con un insieme di mutazioni "cattive".

 

Correlati:

Perchè in Cina aumentano i casi di obesità
Calcolato periodo di aumento dell'obesità totale dell'umanità
Medici discutono le conseguenze dell'aumento dell'obesità tra la popolazione
Tags:
obesità, Salute, Salute
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik