13:35 05 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
0 22
Seguici su

L'ex ministro degli Esteri ecuadoriano Ricardo Patiño, che è sospettato di avere legami con persone vicine al fondatore di WikiLeaks, Julian Assange, ha lasciato il paese, riferisce El Comercio.

Patiño ha lasciato il paese ieri notte per il Perù.

Il 13 aprile, il pubblico ministero ha chiesto l'ordine di arrestare Patiño, ma il giudice ha preso una decisione negativa. Giovedì dovrebbe esserci stata una udienza sulla formulazione delle accuse contro l'ex ministro.

In precedenza, l'Ecuador ha deciso di rifiutare l’asilo diplomatico ad Assange a causa di ripetute violazioni delle convenzioni internazionali. La mattina dell'11 aprile è stato arrestato per ordine dalla Svezia e dagli Stati Uniti. Un tribunale di Londra lo ha dichiarato colpevole di aver violato le condizioni della cauzione e ha programmato le udienze in tribunale il 2 maggio.

Il ministero degli Interni ecuadoriano ha affermato che un membro chiave di WikiLeaks vicino ad Assange ha viaggiato più volte con Patiño in Colombia, Spagna e Venezuela.

Correlati:

Alla Casa Bianca l'antico amore di Trump per WikiLeaks ora lo definiscono "uno scherzo”
USA, Trump: Wikileaks? Non sono affari che mi riguardano
WikiLeaks smentisce pubblicazioni di documenti segreti da parte di Assange
Tags:
Wikileaks, Julian Assange, Ecuador, ministro degli Esteri, Ministro degli Esteri, esteri
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook