12:09 28 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
2180
Seguici su

Qualora il Baltico fosse la regione in cui si scontreranno i lanciarazzi multipli russi e americani, le potenzialità delle due controparti sarebbero uguali?

Nell’autunno del 2018 per rafforzare la potenza di lancio dell’artiglieria della Marina militare a Kaliningrad sono stati dislocati gli MRL Uragan che probabilmente in futuro saranno sostituiti dai più moderni MRL Uragan-1M. Ma a febbraio di quest’anno è stato reso noto che entro il 2023 gli USA trasferiranno in territorio polacco 20 MRL HIMARS. Sputnik vi spiega quale di questi sistemi sia migliore.

Quale MRL (quello russo o quello americano) è più moderno?

In linea di principio, entrambi. Ma vi sono dei dettagli da evidenziare. Sebbene l’MRL 9K57 Uragan sia stato introdotto negli armamenti nel 1975 e non venga prodotto dal 1991, il genio militare russo ha presentato una versione molto più moderna dell’Uragan, il 9K512 Uragan-1M che viene impiegato già dal 2016.

Gli americani, invece, hanno cominciato a produrre gli MRL HIMARS (High Mobility Artillery Rocket System) negli anni ’90. Il mezzo militare venne sottoposto a test all’inizio degli anni 2000.

Dove sono stati messi alla prova questi mezzi?

Uragan e HIMARS hanno dimostrato per la prima volta di cosa sono capaci in territorio afgano. Però, a distanza di 40 anni. Le truppe sovietiche hanno impiegato questo MRL durante il conflitto avvenuto tra il 1979 e il 1989. Uragan ha partecipato anche ad azioni militari in Africa, l’esercito siriano lo ha usato contro le truppe israeliane all’inizio degli anni ’80 e le truppe federali russe durante entrambe le campagne cecene.

Nella notte del 13 febbraio 2010 durante l’operazione Moshtarak la divisione MRL HIMARS ha aperto il fuoco su una vasta area della provincia di Helmand. Sotto il fuoco si ritrovò un quartiere residenziale della città di Marjah. Si contarono 12 vittime fra i civili.

Gli M142 HIMARS furono impiegati anche durante il conflitto siriano. L’8 febbraio 2018 le forze speciali statunitensi si scontrarono con le forze pro-governative siriane nella provincia di Deir el-Zor. Gli M142 HIMARS infersero un potente colpo missilistico.

Quindi, è tutta una questione di missili?

Sì. Sono la base di qualsiasi RML. L’Uragan ha un buon arsenale missilistico: dalle classiche testate ad alto esplosivo da 220 mm fino alle bombe a grappolo “intelligenti” o alle bombe a implosione. Gli HIMARS hanno meno testate: 6 missili: Ma questo è compensato con gli interessi dalla velocità di ricarica e da un arsenale molto grande. Vi sono sia testate esplosive da 227 mm sia bombe a grappolo “intelligenti”, posamine e testate di gittata maggiore.

I missili tattici GMLRS sono stati acquistati appositamente per la Polonia?

Sì. In primavera il Pentagono ha acquistato i missili GMLRS (Guided Multiple Launch Rocket System) dalla società americana del genio militare Lockheed Martina. I missili di gittata fino a 70 km (disponibili anche nel modello GMLRS+ fino a 120 km e nel modello di prova ER GMLRS fino a 150 km) sono destinati in particolare a 20 HIMARS che entro il 2023 assumeranno posizioni da combattimento in Polonia.

Un missile GMLRS costa 100.000 dollari.

Al momento come va con la ricarica di questi sistemi?

Sulla piattaforma di lancio HIMARS è installato un sistema (invece di guide tubolari) che permette di effettuare la ricarica con cartucce contenenti le testate pronte all’uso.

Gli MLR Uragan, invece, sono dotati di 16 guide tubolari e alcuni regimi d’utilizzo. È possibile sganciare la salva intera: basta premere “lancio” e tutti e 16 i missili vengono lanciati verso il bersaglio con un intervallo di mezzo secondo l’uno dall’altro. È anche possibile lanciare una salva “ritardata”: ovvero la metà dei missili viene lanciata sempre allo stesso intervallo di mezzo secondo, mentre gli altri ogni 2 secondi. Questo regime di lancio garantisce una maggiore precisione. La seconda metodologia di lancio disturba meno la stabilità della piattaforma aumentandone la precisione. La gittata massima di lancio è di 35 km, quella minima di 8.

Quale MRL si muove più velocemente durante il perfezionamento degli obiettivi?

Il motore WD 612 della fabbrica austriaca Steyr da 260 cavalli è in grado di far accelerare la piattaforma di 11 tonnellate fino a raggiungere la velocità record di 85 km/h. Il sistema russo è dotato di una coppia di motori ZiL-375 da 8 cilindri. Questo motore è in grado di portare l’Uragan da 15 tonnellate a raggiungere una velocità su strada di 65 km/h.

E se per via del fango un MRL rimanesse impantanato?

Come tenuta di strada l’Uragan è leader tra gli MRL. Questo grazie a un buon sistema di trasmissione e di riduttori e a un elevata altezza di marcia (circa un metro e mezzo). Questo garantisce che il mezzo non rimanga impantanato nel fango. Il sistema centralizzato per regolare la pressione degli pneumatici dà, inoltre, maggiore libertà al veicolo: si possono attraversare le sabbie mobili o strati di neve senza rimanere impantanati. L’Uragan non ha nemmeno problemi nell’attraversamento di fiumi profondi fino a un metro.

Vicepresidente USA Mike Pence
© REUTERS / David Swanson/The Philadelphia Inquirer
I parametri di tenuta di strada degli HIMARS non sono, invece, così eccelsi. L’M142 HIMARS è costituito da un telaio da 5 tonnellate dotato di 6 ruote motrici prodotto a partire dall’austriaco Steyr 12M18. In larga misura è adatto alle strade europee, anche in presenza di dossi e buche. Ma in zone paludose o alluvionali si impantana.

Hanno più MRL gli USA o la Russia?

L’esercito statunitense è in grado al momento di dispiegare 417 M142 HIMARS.

I 9K57 Uragan sono fuori produzione dal 1991, anche se all’inizio venivano prodotti in grandi quantità. Solamente in Russia vi sono 900 Uragan. Nelle repubbliche della CSI ve ne sono fino a 400. Inoltre, vanno aggiunti gli esemplari del nuovo 9K512 Uragan-1M che dal 2016 è in fase di rodaggio.

Quali sono le caratteristiche del nuovo modello di Uragan?

Invece dello ZiL il nuovo modello disporrà di un telaio moderno con un motore più potente. Questo MRL ora sarà dotato di un nuovo sistema di puntamento e di una piattaforma di lancio completamente rinnovata. Invece delle guide tubolari disporrà di un sistema bicalibro in grado di lanciare fino a 120 km di distanza testate come quelle da 220 mm del vecchio Uragan o quelle da 300 mm dello Smerch.

Correlati:

Pubblicato video abbattimento missile da parte di contraerea siriana
L'India testa un missile antisatellite
Gli USA svilupperanno un sistema di allerta contro i missili ipersonici
USA preoccupati per nuovo missile cinese occultabile in container
I missili intelligenti non lo diventeranno mai, ma tutti teleguidati si
Tags:
Missili, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook