Widgets Magazine
21:58 22 Ottobre 2019
La bandiera greca davanti alla borsa di Atene

Washington: Atene vuole approfondire la cooperazione nella Difesa

© AP Photo / Petros Giannakouris
Mondo
URL abbreviato
104
Seguici su

Atene e Washington stanno esplorando opzioni “flessibili” per consolidare ulteriormente la presenza dei sistemi di armi americane in Grecia, riferisce Kathimerini.

Queste opzioni includono la stazionamento di più droni o mezzi volanti presso la base aerea militare di Larissa, nella Grecia centrale. Inoltre, gli Stati Uniti sembrano disposti ad aumentare la loro partecipazione alle esercitazioni militari greche e ad ampliarne la portata.

Data la sempre più stretta cooperazione militare tra i due paesi, la Grecia si aspetta che anche le navi americane attracchino più frequentemente nei porti del Mar Egeo.

Il rafforzamento delle relazioni ha coinciso anche con un aumento della tensione nell'Alleanza tra Washington e Ankara, perché Atene si trova a guadagnare geopoliticamente dal cambiamento dell'equilibrio di potere nel Mediterraneo orientale.

La settimana scorsa, Washington ha fortemente esortato la Turchia a non acquistare il sistema russo S-400 per la difesa aerea, mentre, quasi allo stesso tempo, l’atto per il partenariato sulla  sicurezza ed energia è stato sottoposto al Congresso degli Stati Uniti, con l'obiettivo di rilanciare la Grecia e Cipro sia militarmente che diplomaticamente.

Per il momento, le discussioni tra Atene e Washington ruotano intorno alla base aerea militare di Larissa, dove due veicoli aerei senza equipaggio, i droni  MQ-9, sono attualmente stanziati. Con il contratto per il loro soggiorno alla base di Larissa che scade ad agosto, due opzioni sono attualmente in discussione. La prima riguarda la possibilità di stazionare lì le petroliere KC-135, mentre la seconda, anche se meno probabile, suggerisce la sostituzione dei MQ-9 con altri droni, vale a dire i Global Hawk RQ-4.

Inoltre, si prevede che continui anche l'uso della base aerea di Stefanovikeio, nella Grecia centrale, da parte degli elicotteri statunitensi, oltre ai porti di Alexandroupoli o Salonicco che fungono da scalo per i voli verso l'Europa orientale.

Sebbene Atene abbia accolto con favore la nuova fase dei legami militari con Washington, vuole, a tutti i costi, evitare di finire al centro delle tensioni tra USA e Turchia.

La Grecia si preoccupa anche del modo in cui la Turchia ha reagito alla sua crescente cooperazione con la Macedonia settentrionale. Ankara ha già informato la Grecia che considera estremamente ostile la retorica che vuole un’imposizione di ostacoli per frenare l'influenza della Turchia nei Balcani occidentali.

Correlati:

Rappresentante OSCE per i media condannna aggressione ai giornalisti ad Atene
Diplomatico greco smentisce arrivo di aereo venezuelano con oro di Caracas ad Atene
Atene: bomba a mano lanciata contro posto di polizia vicino al consolato russo
Tags:
base militare, esercito, Collaborazione, Difesa, Atene, Grecia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik