13:41 14 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
405
Seguici su

Il Capo del governo di consenso nazionale della Libia ha detto che la crisi militare nel paese può portare a un nuovo afflusso di migranti verso l'Italia e altri paesi europei, ha riferito il canale televisivo italiano TGCOM24.

"L'attuale crisi di Tripoli, tenendo conto dell'offensiva delle truppe del comandante Khalifa Haftar contro la capitale libica, può spingere 800 mila immigrati, tra cui i criminali e islamisti legati al allo Stato Islamico a partire verso l’Italia e altri paesi costieri europei” ha detto Sarraj.

In precedenza, del rischio del peggioramento della crisi migratoria, ha parlato il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani e il primo ministro italiano, Giuseppe Conte.

Secondo Tajani ,"la situazione in Libia comporta il rischio di una nuova ondata della crisi migratoria, con un aumento del flusso dei migranti, soprattutto in Italia e in altri paesi del Mediterraneo".

A sua volta, Conte ha detto che la situazione di tensione in Libia porterà a una crisi umanitaria nel paese, e ciò sarà la causa di un grande flusso di immigrati in Europa. Il 4 aprile, il comandante Khalifa Haftar ha annunciato l'inizio dell'offensiva su Tripoli con un discorso ai soldati.

Correlati:

Sea Watch: indagati anche Conte, Di Maio e Toninelli
Nave con 5 tonnellate di cannabis fermata al largo della Libia
Russia-Libia, Serraj incontra oggi Lavrov a Mosca
Tags:
Giuseppe Conte, crisi in Libia, Guerra, Libia, crisi, Migranti, Fayez al-Sarraj
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook