17:58 26 Maggio 2019
Facebook

Media: gli azionisti di Facebook vogliono le dimissioni di Zuckerberg

© Sputnik . Natalia Seliverstova
Mondo
URL abbreviato
110

Alcuni azionisti della società Facebook hanno appena proposto di discutere, nel corso della riunione annuale degli azionisti, due questioni: lo spostamento di Mark Zuckerberg dalla carica di presidente del consiglio di amministrazione e il cambiamento della struttura della società, riferisce l'edizione Business Insider.

Secondo il giornale, la società ha informato la commissione per il mercato e per i titoli azionisti che terrà una riunione annuale degli azionisti il 30 maggio e ha confermato le offerte degli investitori che andranno al voto.

In due delle otto proposte da discutere dagli investitori, c’è quella di cambiare la struttura della società e la nomina di “un presidente indipendente".

Il giornale osserva che la probabilità che nel corso della riunione saranno accettate offerte simili, è estremamente bassa, perché Facebook non è assolutamente d'accordo e lo stesso Zuckerberg ha più del 50% dei diritti di voto.

L'estate scorsa, gli investitori di Facebook, hanno già cercato di togliere a Zuckerberg la carica di presidente del Consiglio di amministrazione. Come riportato da Business Insider, dopo una serie di scandali legati alle accuse di intervento in elezione e la perdita di dati, la maggior parte degli azionisti indipendenti, ha privilegiato la richiesta di allontanamento del fondatore del social network dalla posizione di presidente del consiglio, e ha anche chiesto di mettere al suo posto un candidato indipendente. Il giornale dice che l'offerta degli investitori è stata respinta più volte, perché Zuckerberg e i suoi fedeli collaboratori possiedono tutte le azioni, che danno loro il diritto di avere il maggior numero di voti.

La società Facebook è stata di recente al centro dello scandalo politico americano.

I media hanno riferito che ha collaborato, durante la campagna elettorale del presidente Donald Trump, con la società Cambridge Analytica, che ha illegalmente ricevuto i dati di 50 milioni di utenti di Facebook. In base ai dati raccolti, i ricercatori hanno valutato le preferenze politiche degli elettori e hanno mandato loro le pubblicità, che riguardavano argomenti di loro interesse.

Più tardi si è scoperto che la perdita di dati potrebbe interessare 87 milioni di utenti. Inoltre, il capo della società, Mark Zuckerberg, ha testimoniato nel caso del cosiddetto “intervento russo" durante le elezioni americane nel 2016. In particolare, la società è stata criticata per la sua politica di sicurezza, che ha permesso agli utenti di interferire con le elezioni.

In precedenza il portavoce del presidente russo, Dmitry Peskov, ha detto che la Russia ritiene insostenibili e infondate le accuse rivolte a Mosca per l’intervento durante le elezioni americane.

Correlati:

Musulmani francesi denunciano YouTube e Facebook
Facebook cancella quasi 700 account del principale partito d’opposizione in India
Facebook intende posare un cavo sottomarino che circondi l'Africa
Tags:
elezioni, interferenza, mercato, azioni, Consigli, dimissioni, USA, Facebook, Mark Zuckerberg
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik