12:09 26 Giugno 2019
Bandiera del Venezuela

Senatore USA teme che Russia e Cina attaccheranno la Florida dal Venezuela

© Sputnik . Eva Maria Uzcategui
Mondo
URL abbreviato
La crisi politica in Venezuela (407)
13233

La Russia e la Cina sostengono il Venezuela e dispiegano lì le loro forze, osserva il senatore americano Rick Scott. Secondo lui, riporta il Washington Examiner, sono una minaccia non solo per gli interessi strategici americani ma per l’America stessa, dice il senatore, Washington deve essere pronta all'uso di strumenti di guerra e all'intervento in Venezuela, su richiesta del parlamento venezuelano.

Nicolas Maduro dà la possibilità a russi e cinesi di attaccare gli Stati Uniti, ha detto il senatore repubblicano americano Rick Scott.

"Avremo problemi, che vogliamo ammetterlo o no", ha detto. “Non appena avranno una base in Venezuela, alla fine potranno entrare via terra. Il nostro confine meridionale è molto permeabile, come sappiamo. Con i mezzi militari giusti, possono colpire la Florida o qualsiasi altra area".

Scott insiste sul fatto che gli Stati Uniti hanno il potere di fornire assistenza umanitaria in Venezuela, nonostante le obiezioni di Maduro. Ha anche proposto di compiere un pieno intervento, per rovesciare il governo, sostenendo che il Venezuela si è trasformato in “un importante teatro di confronto delle grandi potenze” cioè USA, Russia e Cuba.

"I cubani, i russi e i cinesi vedono opportunità economiche in Venezuela, ma, soprattutto, vedono la possibilità di spaventare gli Stati Uniti, diventare una scheggia per noi”.

La costituzione del Venezuela conferisce al Parlamento il diritto di dare il permesso di condurre missioni militari straniere all'interno del paese. Ma fino ad ora la richiesta agli Stati Uniti non è stata fatta, dice l'autore dell'articolo. “Se il popolo venezuelano chiederà aiuto per ripristinare il governo costituzionale e democrazia, dobbiamo essere pronti a rispondere alla chiamata”, ha detto Scott.

Per resistere alla pressione degli Stati Uniti Maduro è aiutato da forze di sicurezza cubane, anche da Russia e Cina, scrive l'autore dell'articolo. "Gli Stati Uniti dovrebbero iniziare a considerare la possibilità di utilizzare la forza militare per portare aiuto a milioni di venezuelani affamati e malati", ha detto Scott. La crisi umanitaria in Venezuela è acuta a causa dei problemi con l’elettricità, milioni di persone sono emigrate nei paesi vicini in cerca di cibo e farmaci, scrive il quotidiano.

In Venezuela ci sono sistemi di difesa aerea russi, per cui qualsiasi operazione militare degli Stati Uniti diventa rischiosa. E inoltre, negli ultimi anni, gli Stati Uniti hanno prestato meno attenzione a questa regione, e hanno poca intelligence, ha detto Scott.

Nella squadra di Trump cercano di capire la complessità della situazione e notano che non è facile far andare via Maduro con mezzi economici e diplomatici. “Se la Cina e la Russia insieme a Cuba avranno il predominio in Venezuela, credo che gli interessi strategici americani soffriranno”, ha detto il consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton. Egli ha osservato che gli Stati Uniti sono interessati a un trasferimento pacifico del potere all’opposizione. Ma allo stesso tempo, ha chiesto di non dimenticare i cittadini americani che si trovano nel territorio del Venezuela.

Rick Scott ritiene che la crisi rischia di creare un conflitto come la Siria. E quindi, insieme alle sanzioni, consiglia a Trump di preparare l'intero di alcuni strumenti, incluso l'uso della forza militare, scrive The Washington Examiner.

Tema:
La crisi politica in Venezuela (407)

Correlati:

A Washington non è riuscita la "guerra lampo” in Venezuela, ha detto Lavrov
Pompeo annuncia che la Russia si intromette illegalmente nella questione del Venezuela
Hill: le sanzioni USA contro Iran e Venezuela hanno giocato a favore della Russia
Tags:
Florida, Minaccia, Minacce, Nicolas Maduro, intervento militare, USA, Venezuela
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik