13:42 05 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
103
Seguici su

Le Nazioni Unite hanno espresso preoccupazione per la riduzione delle scorte alimentari nelle zone interessate dai combattimenti.

Più di 8mila persone sono state costrette a lasciare le proprie case nei pressi della capitale libica dal 4 aprile a seguito dell'offensiva dell'esercito nazionale libico guidato dal feldmaresciallo Khalifa Haftar su Tripoli. Lo riporta oggi l'agenzia France-Presse con riferimento al rappresentante ufficiale della sede delle Nazioni Unite di Ginevra Rheal Leblanc.

Secondo l'articolo di France-Presse, molte famiglie si trovano in gravi difficoltà nelle aree colpite dal conflitto, mentre il numero di sfollati continua a crescere.

Le Nazioni Unite hanno inoltre espresso preoccupazione per la diminuzione delle scorte alimentari.

Correlati:

L’aviazione della Libia orientale attacca campo militare vicino impianto dell’ENI
Invieranno soldati tedeschi in Libia?
Tags:
profughi, Khalifa Haftar, ONU, Libia, crisi in Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook