09:24 25 Giugno 2019
L'ambasciata russa nel Regno Unito

GB, l'ambasciata russa annuncia la preparazione di provocazioni dai laboratori chimici

© Sputnik . Alex McNaughton
Mondo
URL abbreviato
181

Oggi il portavoce dell'ambasciata della Russia in Gran Bretagna, attraverso Twitter, ha annunciato che Londra e i suoi alleati vogliono preservare i laboratori chimici, in particolare quello di Porton Down, per nuove provocazioni ed esperimenti.

"Non la Russia... ma la Gran Bretagna e i suoi alleati vogliono mantenere i loro laboratori, come quello famoso di Porton Down, per nuovi esperimenti chimici e provocazioni", afferma il portavoce.

Egli ha ricordato che lo scorso gennaio, in una riunione straordinaria del consiglio esecutivo dell'OPCW, Stati Uniti, Canada e Paesi Bassi hanno proposto di includere solo due famiglie di sostanze chimiche nelle liste dell'organizzazione "novichok" in Occidente.

"La Russia è stata costretta a rifiutarsi di associarsi a questa decisione, perché considera necessario aggiungere alle liste l'intera gamma di materiali tossici di nuova generazione, che sono stati testati in molti paesi. La nostra proposta è stata bloccata dalla partecipazione attiva del Regno Unito. Questi sono i fatti", ha aggiunto.

In precedenza, il ministro degli esteri britannico Jeremy Hunt ha scritto su Twitter che la Russia si è opposta all'inclusione del nervino “novichok” all'elenco delle sostanze chimiche vietate dall'OPCW.

Correlati:

Londra dichiara di non aver ricevuto avviso di scomparsa degli Skripal
Ambasciata russa a Londra commenta segretezza attorno al caso Skripal
Ambasciata russa: "domande senza risposta" sul caso Skripal
Tags:
Organizzazione per l'interdizione delle armi chimiche (Opcw), chimica, Provocazioni, Gran Bretagna, Russia, Ambasciata
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik