Widgets Magazine
10:37 20 Ottobre 2019
Fumo sopra il vulcano Popocatepetl in Messico

Ecco il pericolo più grande dei vulcani in eruzione

© AP Photo / Marco Ugarte
Mondo
URL abbreviato
0 40
Seguici su

Gli scienziati dell'Università di Massey in Nuova Zelanda hanno chiarito perché i flussi piroclastici che si verificano con l'eruzione dei vulcani raggiungono alte velocità e causano enormi distruzioni. L’articolo dei ricercatori è stato pubblicato sulla rivista Nature Geoscience.

I ricercatori hanno condotto una simulazione su larga scala di eruzioni vulcaniche. Per fare questo, hanno usato più di una tonnellata di materiale misto, tra cui pietra pomice e cenere, insieme ad aria calda su un’altura lunga 35 metri, simulando il pendio di un vulcano. L'esperimento è stato registrato su una fotocamera ad alta velocità.

Mentre scorrono cenere e detriti di roccia verso il basso, si verifica un analogo flusso piroclastico. La base è formata da un ricco strato di aria. L'area del materiale caldo e denso si forma vicino alla base del flusso e si muove lungo il gas a basso attrito.

I flussi piroclastici si verificano durante le eruzioni catastrofiche come quelle pliniane, durante le quali avvengono la distruzione della colonna eruttiva o della cupola lavica. All'interno del flusso, la temperatura può salire a migliaia di gradi Celsius e la velocità di una valanga così calda a volte raggiunge i 700 chilometri all'ora.

Questo fenomeno è la causa più della metà dei decessi associati alle eruzioni.

Correlati:

Il secondo più grande vulcano di fango del mondo erutta in Azerbaigian
Scoperto dagli astronomi pianeta che ricorda Vulcano di Star Trek
Allerta gialla per vulcano Stromboli
Tags:
università, fuoco, Velocità, eruzione, Vulcano, Ricerca scientifica
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik