14:49 24 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
4211
Seguici su

L'eventuale ritiro della Russia dal Consiglio d'Europa e dalla Brexit potrebbe essere un vero shock per il Vecchio Mondo, ha dichiarato al Financial Times il Segretario generale dell'organizzazione Thorbjørn Jagland.

A suo parere, se Mosca lascia l'organizzazione, una "nuova linea di divisione" apparirà nella regione. Per risolvere la situazione, ha notato Jagland, alla Russia deve essere restituito il diritto di voto all'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa.

La scorsa settimana, ha accusato Mosca, che non ha versato il contributo al bilancio del Consiglio d'Europa, di aver violato lo statuto secondo cui un paese potrebbe essere escluso dall'organizzazione se non paga i contributi entro due anni.

Per la Russia, questo periodo arriverà alla fine di giugno 2019.

Secondo il ministro degli Esteri Sergey Lavrov, Mosca vuole rimanere nel Consiglio d'Europa e lo abbandonerà solo se altri paesi membri dell'organizzazione adotteranno misure per escluderla.

Correlati:

Russia-UE, Jagland a Mosca solleverà questione del finanziamento russo
Consiglio d’Europa: non vogliamo diventare campo di battaglia geopolitica
Consiglio d'Europa dichiara necessità di mantenere la Russia nell'organizzazione
Tags:
Thorbjorn Jagland, Brexit, Consiglio d'Europa, Consiglio d'Europa, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook