12:21 14 Novembre 2019
La bandiera americana

Contra Magazin: loro lo fanno sempre, ma USA a Cina e Russia dicono di non interferire  

CC BY 2.0 / Mike Mozart / American Flag
Mondo
URL abbreviato
1121
Seguici su

Fino ad oggi la “dottrina Monroe” americana ha affermato che il Nord e il Sud America sono zona di influenza di Washington, dove altre potenze non possono interferire, scrive Marco Mayer nel suo articolo per Contra Magazin. 

In particolare, secondo Washington, la Cina e la Russia non dovrebbero influenzare gli affari interni del Venezuela. Però, osserva l'autore, gli stessi Stati Uniti tentano di intervenire attivamente nella sfera di influenza di altre potenze regionali, sulla base del concetto di "eccezionalismo americano".Gli Stati Uniti hanno avvertito che la Russia e la Cina non dovrebbero interferire con gli affari del Venezuela, scrive Contra Magazin. Questa posizione provoca una serie di domande giuste, osserva l’autore dell'articolo Marco Mayer.

Negli USA ancora si applicano i principi della “dottrina Monroe”, secondo cui Nord e Sud America sono nella sfera di influenza di Washington, da cui dovrebbero stare lontane altre potenze.

Secondo l'autore, negli ultimi decenni, il Sud America si è trasformato in un "cortile della CIA", che ha organizzato una serie di mosse contro i governanti locali che non piacevano a Washington. Tuttavia, osserva Mayer, in contemporanea alla “dottrina Monroe”, negli USA si è sviluppato il concetto di “eccezionalismo americano”: perché gli USA hanno cominciato a costruire un  “impero” globale, anche se ancora vietano ad altri paesi di interferire nella loro sfera di influenza in America Latina.

Come scrive Mayer, gli Stati Uniti hanno capito che, in questo modo, i loro interessi si troveranno ad affrontare gli interessi di potenze regionali come la Cina e la Russia. Secondo l'autore, nel cosiddetto "mondo libero", nessuno mette in discussione l'egemonia americana che fa da leader. Tutti usano il doppio standard e danno i diritti speciali di Washington per scontati.

Mayer si chiede perché la Cina e la Russia sono accusate di proteggere le loro sfere di influenza, quando gli USA fanno lo stesso, e non solo in America ma anche in Europa, in Asia e anche in Africa: in caso di collisione di interessi con un'altra potenza regionale, tale potenza verrà dichiarata l'aggressore.

Forse, dice l'autore, la Cina e la Russia devono concludere con Washington un accordo: non intervenite negli affari europei e asiatici e noi non interferiremo negli affari dell'America Latina.

Correlati:

Consiglio Federazione russa: gli USA confondono il confine tra loro stessi e il terrorismo
Nonostante le sanzioni USA Venezuela ha esportato 1 milione di barili di petrolio a marzo
Ritirato “temporaneamente” il contingente militare USA in Libia
Tags:
ordine mondiale, dottrina, influenza, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik