19:39 10 Dicembre 2019
La bandiera estone

"Invasione" dell'Estonia": reazioni stizzite in Russia dopo annuncio canale tedesco ZDF

© CC0 / Public Domain
Mondo
URL abbreviato
5125
Seguici su

In Russia ci sono state reazioni alle parole del conduttore del canale televisivo tedesco ZDF Claus Kleber, che nella sua trasmissione ha annunciato "l'invasione russa" dell'Estonia.

Il senatore Alexey Pushkov ha definito le parole di Kleber un colpo di testa, il cui scopo è fare il gioco della NATO e demonizzare la Russia.

"La Russia non ha invaso l'Estonia e non l'invaderà. Dal momento che la Russia non ha piani aggressivi, allora serve inventarli: è l'unico significato della provocazione mediatica sul canale ZDF", ha twittato il senatore russo.

​L'ambasciata russa in Canada ha bollato la notizia del canale ZDF come "una propaganda oltraggiosa e odiosa" che offende la memoria di milioni di cittadini sovietici "uccisi, feriti e torturati a morte dagli "invasori nazifascisti tedeschi".

Il portavoce dell'Ambasciata russa negli Stati Uniti Nikolay Lakhonin si è chiesto su Twitter se Kleber sia un idiota. Ha accompagnato il suo tweet con un'immagine delle truppe tedesche che entravano a Narva nel 1941.

​A sua volta il celebre giornalista russo Vladimir Soloviev ha definito la dichiarazione di Kleber "una provocazione nello stile di Goebbels".

Il 4 aprile scorso Kleber aveva aperto la sua trasmissione Heute Journal con un intervento sulla presunta invasione della Russia in Estonia. Successivamente ha chiarito che la notizia non corrispondeva a fatti reali, ma le sue parole erano solo "un'immagine abbastanza realistica".

Il canale ZDF ha ripetutamente pubblicato materiali russofobi fantasiosi. Ad esempio ha trasmesso il documentario "La guerra fredda di Putin", in cui si sostiene che "agenti russi" entrano nella UE sotto le spoglie dei profughi e migranti.

Tags:
Giornalismo, Estonia, Propaganda, NATO, Guerra, Germania, Russofobia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik