10:34 22 Maggio 2019
Il robot FEDOR (Final Experimental Demonstration Object Research)

“L’intelligenza artificiale è la forza più rivoluzionaria che l’uomo abbia mai incontrato”

© Sputnik . Alexandre Ovcharov
Mondo
URL abbreviato
0 03

Mentre l'intelligenza artificiale sta lentamente penetrando in tutte le aree della nostra esistenza, dalla medicina al fast food, il professor De Kai di Hong Kong, uno dei consulenti per l’intelligenza artificiale di Google, sostiene Elon Musk e altri allarmisti sui rischi imprevedibili della nuova tecnologia.

La scorsa settimana, il professor De Kai dell'Università di Scienza e Tecnologia di Hong Kong è stato eletto da Google come uno degli otto membri del comitato consultivo esterno sulle tecnologie avanzate, che contribuirà allo sviluppo e all'applicazione dell'IA nella vita reale. De è l'unico rappresentante asiatico alla lavagna, scrive il South China Morning Post.

"L'intelligenza artificiale è la forza più rivoluzionaria che il genere umano abbia mai incontrato", ha detto il professore in un'intervista. "Siamo vicini a un'era in cui l’uomo può facilmente creare armi come una flottiglia di droni con AI... il vaso di Pandora è stato già aperto"

De discute particolarmente ferocemente con quelli che chiamano l'alba dell’IA la Quarta rivoluzione industriale. Secondo la sua opinione, l'intelligenza artificiale non solo automatizza il lavoro di una persona, ma sostituisce anche i suoi pensieri e ragionamenti con la sua intelligenza artificiale, il che significa che si tratta di qualcosa di completamente diverso.

"L'intelligenza artificiale non è una quarta in qualcosa. È il primo del suo genere, dice De. "È sempre più tranquillo pensare che cose del genere siano successe in passato, e sappiamo come affrontarle, con l'esperienza; ovviamente, dobbiamo ricordare le lezioni della storia, ma dobbiamo anche renderci conto che siamo testimoni di qualcosa senza precedenti".

De si dice essere d’accordo con Elon Mask, che ha definito l'IA "un dittatore immortale, dal quale non possiamo sfuggire", e Stephen Hawking, che ha avvertito che la comparsa di AI sarà "il peggior evento nella storia della nostra civiltà".

"Ci sono persone che credono che questa tecnologia possa essere controllata proprio mentre controlliamo elementi chimici come l'uranio. Questi sono sogni ingenui. Ecco perché la nostra priorità è cambiare la cultura umana. Dobbiamo crescere come specie", dice De.

Molti esperti nel campo delle macchine intelligenti non sono d'accordo con un aspetto così cupo. Ad esempio, Eric Schmidt di Alphabet ritiene che l'intelligenza artificiale non sia più pericolosa di un telefono, e uno dei padri dell'intelligenza artificiale, Jürgen Schmidhuber, è sicuro che le macchine con consapevolezza di sé stesse saranno semplicemente indifferenti.

Correlati:

L'intelligenza artificiale non ucciderà l'umanità, ma ne migliorerà il futuro
Papa Francesco discute con Microsoft prospettive dell’intelligenza artificiale
Russia: creata arma con intelligenza artificiale
Tags:
tecnologia, tecnologie, Tecnologia, tecnologia, intelligenza artificiale
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik