Widgets Magazine
22:38 16 Luglio 2019

L’alcol continua a danneggiare il cervello anche dopo aver smesso di bere

CC0 / Pixabay
Mondo
URL abbreviato
0 11

Gli effetti dannosi dell'alcol sul cervello continuano per almeno alcune settimane dopo l'ultimo utilizzo. Il team internazionale di scienziati provenienti da Spagna, Germania e Italia hanno fatto queste scoperta sconfortante.

Dopo aver esaminato i cambiamenti che avvengono sotto l'influenza dell'alcool nella materia bianca del cervello, gli scienziati hanno scoperto che le cellule nervose continuano a degradarsi anche sei settimane dopo aver completamente abbandonato l'assunzione di alcol.

"Nessuno riuscirebbe a credere che nelle condizioni di completa assenza di alcol, i disturbi del cervello causati da esso continuano", ha detto l'autore principale dello studio, un professore dell'Università di Barcellona, ​​Canali di Santiago.

I risultati dell'esperimento sono stati pubblicati sulla rivista JAMA Psychiatry.

Dopo aver esaminato le risonanze magnetiche di 90 uomini che erano stati precedentemente ricoverati in ospedale a causa dell'eccesso di alcol, i ricercatori hanno scoperto che i cambiamenti degenerativi continuavano nel cervello dei pazienti, nonostante non avessero assunto una singola goccia di alcol per diverse settimane.

Per comprendere meglio la natura di questi cambiamenti, l'esperimento è stato condotto sui ratti. Avendo insegnato loro a bere alcolici, gli scienziati hanno smesso di somministrare alcolici, ma hanno continuato a osservare i continui cambiamenti degenerativi nel cervello degli animali.

Le due parti del cervello che hanno sofferto di più sono: il corpo calloso (collega gli emisferi tra loro) e l'ippocampo, che è responsabile della formazione delle emozioni, dell'apprendimento e del funzionamento della memoria a lungo termine.

Studi precedenti hanno dimostrato che il consumo eccessivo di alcol provoca gravi danni all'ippocampo. Questa parte del cervello è di dimensioni ridotte, il che porta a problemi sia con la memorizzazione che l'estrazione d'informazioni già memorizzate nel cervello.

Tuttavia, fino a oggi non era noto se l'ippocampo tornasse al normale funzionamento dopo che una persona rifiutava completamente l'alcol.

A giudicare dai risultati del presente studio, l'alcol continua ad avere un impatto negativo sull'attività cerebrale anche dopo sei settimane di astinenza totale dall'alcol, e forse molto più a lungo.

Correlati:

Trovato nuovo rischio nell’alcol per i bambini e gli adolescenti
Polacchi affogano nell'alcol ma lo stato non fa niente per evitarlo - esperto
Prossimamente sarà possibile bere alcolici senza ubriacarsi
Tags:
Salute, Salute, danni, alcolismo, alcol
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik