Widgets Magazine
04:57 23 Agosto 2019

Premio Nobel esclude vittoria totale sul cancro

© AFP 2019 / David McNew/Getty Images
Mondo
URL abbreviato
0 07

Le malattie oncologiche non possono essere del tutto sconfitte, tutta via si possono tenere sotto controllo, ritiene il premio Nobel per la chimica Arieh Warshel. Lo ha dichiarato in un incontro con i giornalisti russi lunedì 1 aprile.

"Penso che questo giorno non arriverà mai. Ci saranno grandi successi, ovviamente, nuovi tipi di terapia, nuovi farmaci, ma ... Non sono sicuro che il cancro sarà completamente distrutto ", citano i media russi lo scienziato.

Secondo lui, l'umanità è ancora in grado di ottenere un successo significativo nel trattamento di una malattia: in futuro può essere meglio controllata.

"Basandoci sui database disponibili oggi, capiamo in che modo i diversi modelli e sistemi matematici possono aiutare nella lotta contro il cancro", ha detto Varshel.

Ha chiarito che i calcoli informatici oggi ci permettono di fare una previsione su come certe proteine ​​si comporteranno in diverse situazioni, riferisce il fatto quotidiano.

Nel 2013, il biochimico israeliano e americano ha vinto il premio Nobel per lo sviluppo di modelli multiscala per sistemi chimici complessi. Il lavoro dello scienziato ha permesso di creare modelli computazionali in grado di prevedere il corso delle reazioni chimiche con elevata precisione. Questi sviluppi sono attivamente utilizzati da biochimici e medici nella creazione di farmaci moderni volti a combattere le cellule tumorali.

Correlati:

Stimate le dosi di alcol e sigarette che provocano il cancro
Scienziati: il caffè aiuta a combattere il cancro alla prostata
Malati di cancro al cervello raccontano i primi sintomi "nascosti" della malattia
Tags:
Ricerca scientifica, Scienza e Tecnica, scienza, Salute, Salute, Premio Nobel, Premio Nobel, cancro
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik