00:25 21 Maggio 2019
L'incontro tra Mikhail Gorbaciov e George Bush a Malta

Rivista USA parla delle promesse fatte a Gorbaciov non rispettate dalla NATO

Mondo
URL abbreviato
5232

I paesi occidentali nel 1990, dichiararono al presidente dell'URSS Mikhail Gorbaciov che non avrebbero allargato la NATO a est, ma in seguito ignorarono queste promesse, scrive la rivista National Interest.

Si osserva che poco prima del crollo dell'Unione Sovietica, il primo ministro britannico Margaret Thatcher, il presidente americano George W. Bush, il presidente francese Francois Mitterrand, il cancelliere tedesco Helmut Kohl e i ministri degli esteri di questi stati promisero a Mosca che gli ex paesi del Patto di Varsavia non avrebbero aderito all'Alleanza del Nord Atlantico.

Così, la NATO perse la sua forza vitale dopo la scomparsa della "minaccia sovietica", e nel 1993, negli Stati Uniti, iniziarono le richieste o a cambiare il corso delle attività dell’Alleanza o a ridurla in linea di principio. Questi slogan ebbero il "potente effetto della magia del voodoo", che prese la forma di un'invasione dell'Alleanza del Nord Atlantico sotto la guida di Washington nei Balcani.

L'ulteriore "trasformazione della NATO in zombi", scrive il giornale, si è verificata nel 1994, quando la NATO ha avviato il programma Partnership for Peace per cooperare con paesi non membri, e poi Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria e quasi tutti nell'Europa dell'Est si sono rivolti all'alleanza, perché gli Stati Uniti promisero loro l'assistenza militare contro la "minaccia russa".

La rivista sottolinea le elezioni presidenziali negli Stati Uniti nel 1996 ebbero il suo ruolo in questo, quando Bill Clinton e il suo rivale, il repubblicano Bob Dole, parlarono a favore dell'espansione della NATO.

La pubblicazione rileva che negli anni '90 la Russia non rappresentava una minaccia e non c'era motivo di pensare che questa minaccia potesse tornare. Tuttavia, Clinton e i senatori statunitensi erano affascinati dall'opportunità di fare questa scelta storica e dalla prospettiva di raccogliere più donazioni per la campagna. Inoltre, i produttori di armi erano anche interessati ad ampliare l'alleanza del Nord Atlantico, poiché i nuovi paesi promettevano nuovi ordini per aderire all'organizzazione.

Ora, scrive la rivista, la Georgia intende unirsi all'alleanza, che di conseguenza si trasformerà in un protettorato militare statunitense. "E se il presidente americano Donald Trump non vuole che Mosca percepisca la Georgia come una futura piattaforma per un attacco alla Russia, dovrebbe semplicemente dire di no", conclude l'autore.

Correlati:

Gorbaciov sottolinea l'importanza della cooperazione tra Russia e USA
Gorbaciov alla Bild: "segnali di guerra fredda, corsa alle armi è un dato di fatto"
“La Nato non si estenderà a est”: le promesse da marinaio che convinsero Gorbaciov
Tags:
URSS, URSS, Miikhail Gorbachev, Mikhail Gorbachev, Michail Gorbaciov, NATO, NATO
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik