00:09 06 Giugno 2020
Mondo
URL abbreviato
3170
Seguici su

Pechino non è d'accordo con la decisione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di riconoscere le alture del Golan come israeliane. Lo ha affermato il rappresentante ufficiale del ministero degli Affari Esteri cinese Gen Shuang, secondo il portale Huangqiu.

"La Cina si oppone a qualsiasi azione unilaterale che sostituisca i fatti, e non vuole una nuova escalation nella regione", ha detto il diplomatico.

Durante la conferenza stampa, ha aggiunto che la comunità internazionale riconosce il Golan come territorio occupato. Il ministro degli Esteri ha anche ricordato le risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, che impongono a Israele di ritirare le truppe da questi territori.

In precedenza, la Siria ha definito la decisione Trump "un aperto attacco alla sovranità e all'integrità territoriale" del paese.

Il presidente degli Stati Uniti ha firmato un decreto che riconosce la sovranità israeliana sulle alture del Golan il 25 marzo.

Il Golan, appartenente alla Siria dal 1944, è stato occupato da Israele durante la Guerra dei Sei Giorni nel 1967. Nel 1981, il parlamento israeliano approvò una legge sulle alture del Golan, che proclamavano unilateralmente la sovranità del paese su questo territorio. La risoluzione 497 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha quindi riconosciuto l'annessione come non valida, Damasco continua a considerare questi territori come propri.

Correlati:

Kuwait esorta gli USA a rinunciare al riconoscimento del Golan come parte di Israele
Rabbia di Siria e Paesi musulmani per il riconoscimento americano del Golan ad Israele
Mosca condanna la decisione di Trump sul Golan
Tags:
Donald Trump, Israele, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook