10:58 18 Novembre 2019
German army tanks line up during the course of the NATO Noble Jump exercise on a training range near Swietoszow Zagan, Poland, June 2015. The German military has seen an increase in deployments for exercises in Eastern Europe and on Russia's borders since the start of the Ukrainian crisis in February 2014.

Rivista militare USA analizza possibile scontro tra Russia e NATO in Europa

© AP Photo / Alik Keplicz
Mondo
URL abbreviato
15553
Seguici su

La rivista militare americana National Interest ha simulato l’inizio di una guerra tra la Russia e la NATO in Europa e propone all’Alleanza un metodo per neutralizzare Mosca.

L'autore della pubblicazione, Michael Peck, cita uno studio del Centro americano per le valutazioni strategiche e di bilancio, secondo il quale, in caso di un ipotetico conflitto, la Russia sarebbe in grado di conquistare parte dell'Estonia, della Lettonia e della Lituania molto prima dell'intervento dei loro alleati.

"Le conseguenze della sconfitta anche in una guerra limitata con la Russia nel continente europeo potrebbero essere fatali per l'unità dell'alleanza", ha detto Peck.

Gli esperti ritengono che l'incapacità di proteggere gli alleati indebolirebbe significativamente la fiducia dei membri dell'alleanza in Washington e che porterebbe a cambiamenti geopolitici in Europa.

Si noti che il principale vantaggio di Mosca è la posizione geografica e la posizione delle basi militari russe.

Per evitare tale scenario, gli analisti hanno proposto uno "schema di protezione", secondo il quale la Polonia diventerebbe la chiave di volta per la difesa dell'Europa orientale. Gli autori del documento hanno esortato la NATO a schierare divisioni americane a pieno titolo nel paese, scrive NI.

“Lo scenario nel quale la Russia cerca di creare una testa di ponte verso Kaliningrad attraverso la Lituania rappresenterebbe un ottimo esempio di come la Polonia potrebbe ricoprire un ruolo fondamentale” scrive Peck.

Gli esperti ritengono che l’esercito polacco durante la guerra potrebbe coprire parte del territorio aiutando i rinforzi della NATO e per fare ricognizione.

Allo stesso tempo, gli autori del documento sottolineano che la tecnologia sovietica polacca è obsoleta e che affinché l'esercito raggiunga standard occidentali sono richiesti investimenti finanziari significativi.

"Se una brigata americana non è abbastanza per contenere la Russia, sarà abbastanza una divisione?" chiede l'autore.

In precedenza, il ministro degli Esteri polacco Jacek Czaputovich ha dichiarato che il paese sta cercando di diventare il nucleo della presenza militare della NATO e degli Stati Uniti nella regione.

Varsavia ha anche offerto a Washington di collocare permanentemente una divisione corazzata americana, assumendosi le spese, da circa un miliardo a due miliardi di dollari. La proposta è stata presentata al di fuori del quadro della NATO a livello bilaterale. Poi il presidente della Polonia Andrzej Duda si è offerto di chiamare questa base Fort Trump.

Attualmente, circa 4500 soldati statunitensi sono di stanza in Polonia.

Correlati:

Mosca risponde all'osservazione del segretario della NATO sul missile russo 9M729
La NATO si è svegliata e rivaluta la potenza militare della Russia
Consiglio di sicurezza comunica schieramento truppe NATO lungo confini russi
Tags:
Jacek Czaputowicz, Polonia, Europa, Russia, USA, Guerra, Guerra, Guerra, The National Interest
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik