09:19 19 Giugno 2019

Ecologisti paventano al Regno Unito mancanza d'acqua

© Fotolia / Xy
Mondo
URL abbreviato
221

La Gran Bretagna potrebbe dover imbattersi nella carenza d'acqua entro i prossimi 25 anni e finire nelle "fauci della morte", ha dichiarato il ministro dell'Ambiente James Bevan.

Secondo il ministro, il fabbisogno d'acqua della crescente popolazione britannica supera le riserve, che si stanno riducendo a seguito dei cambiamenti climatici. Così, entro il 2040, oltre la metà delle stagioni estive saranno più calde, riducendo la portata dei fiumi in estate del 50-80%: questa situazione porterà ad una carenza d'acqua.

Allo stesso tempo la popolazione britannica entro questo periodo aumenterà di 10 milioni, ritiene il ministro.

"Tra circa 25 anni, quando si oltrepasserà questo limite, arriverà il momento delle cosiddette "fauci della morte", quando non ci sarà abbastanza acqua per il nostro fabbisogno. Questo scenario si concretizzerà se non faremo nulla per cambiare il corso degli eventi", il Guardian riporta le sue parole.

Per evitare questo triste destino, Bevan ritiene necessario ridurre di un terzo il consumo di acqua da parte dei britannici ed eliminare le perdite dalle condotte del 50%.

Inoltre le autorità dovranno creare nuove riserve idriche, costruire più impianti per la desalinizzazione dell'acqua di mare e distribuirli in tutto il territorio.

"Anche se affronteremo difficoltà politiche in termini economici, ci saranno meno problemi, dal momento che gli investimenti per implementare le nostre azioni sono modesti rispetto al prezzo che dovrà essere pagato per non fare nulla", ha aggiunto.

Correlati:

Gli scienziati: la siccità in Medio Oriente continuerà per 10mila anni
Ecologista ceco propone soluzione al problema della siccità
Siccità, Coldiretti: 14 miliardi di danni all'agricoltura nell'ultimo decennio
Tags:
Acqua, Gran Bretagna, clima, cambiamenti climatici, siccità
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik