Widgets Magazine
16:06 22 Settembre 2019
Medicine

I farmaci per abbassare la pressione sanguigna possono essere letali

© Fotolia / Mrallen
Mondo
URL abbreviato
0 64
Seguici su

I farmaci contro la pressione alta e l'angina pectoris possono portare ad un improvviso arresto cardiaco. Lo riporta oggi EurekAlert!, citando la Società Europea di Cardiologia.

Si tratta di farmaci contenenti nifedipina. L'uso di alte dosi di questo farmaco, secondo gli esperti, aumenta il rischio di fibrillazione ventricolare.

"La nifedipina e l'amlodipina sono spesso utilizzate da molti cardiologi e altri medici, e la scelta dipende spesso dalle preferenze del medico e dall'esperienza personale. Entrambi i farmaci sono generalmente considerati ugualmente efficaci e sicuri, e nessuno dei due è associato all'arresto cardiaco improvviso. Questo studio suggerisce che le alte dosi di nifedipina possono aumentare il rischio di arresto cardiaco improvviso a causa di aritmie cardiache fatali. A differenza dell'amlodipina che, invece, è sicura", affermano gli esperti.

 

Correlati:

Gli antichi egizi conoscevano la medicina più dei greci
Eutanasia come “medicina” contro la depressione?
Ambasciatore venezuelano: negli aiuti USA cibo e medicine scadute
Tags:
infarto, pericolo, farmaci, Salute, Medicina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik