06:04 17 Novembre 2019
I dimostranti accendono bengala durante una protesta contro il presidente serbo Aleksandar Vucic e il suo governo nel centro di Belgrado, in Serbia, il 16 febbraio 2019.

Manifestanti in Serbia cercano di bloccare il presidente nella sua residenza

© REUTERS / Marko Djurica
Mondo
URL abbreviato
5114
Seguici su

A Belgrado, i manifestanti stanno cercando di formare un anello vivente attorno alla residenza del presidente serbo Alexander Vucic, al fine di impedirgli di lasciare la residenza. Secondo i media, circa un migliaio di persone si trovano vicino all'edificio, soldati delle forze speciali sono stati dispiegati lungo le recinzioni della struttura.

Gli attivisti gridano slogan sulle dimissioni di Vucic e del governo, e sollecitano il capo dello stato ad uscire e a rispondere alla gente.

La stazione radio "Govorit Moskva" chiarisce che la situazione al palazzo rimane tesa: il traffico è stato bloccato e il Wi-Fi pubblico è stato disattivato.

In precedenza, domenica 17 marzo, i rappresentanti dell'opposizione hanno sequestrato l'edificio della compagnia televisiva e radiofonica della Radio e Televisione di Serbia (RTS). La ragione di ciò è stato il mancato invito dei leader dell'opposizione agli spettacoli politici. I manifestanti sono stati tempestivamente portati fuori dall'edificio ed è stato possibile riprendere la trasmissione.

Commentando l'incidente, Vucic ha detto che i manifestanti hanno sequestrato il centro televisivo perché i leader dell'opposizione avevano perso il sostegno della popolazione e hanno adottato misure estreme.

Le proteste in Serbia contro l'attuale presidente, Alexander Vucic, vanno avanti dallo scorso dicembre.

Correlati:

Belgrado non gradisce la partecipazione dei serbi nel conflitto in Ucraina
Vucic: Belgrado non accetterà nuove missioni militari contro i serbi
Parlamento serbo: pressione senza precedenti su Belgrado da parte della NATO
Tags:
Manifestanti, Alexander Vucic, Serbia, Belgrado
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik