23:24 02 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
11501
Seguici su

In Russia hanno commentato la dichiarazione dell'Unione europea, dedicata al quinto anniversario della riunificazione della Crimea con la Russia.

In precedenza, l'UE ha annunciato il suo impegno per la politica di non riconoscimento della penisola come parte del territorio russo. La dichiarazione indica anche che il referendum in Crimea ha portato a un pericoloso aumento della tensione nello stretto di Kerch e nel mare di Azov.

Secondo il deputato della Duma di Stato Ruslan Balbek, l'Unione europea "compatisce l'Ucraina" in maniera tollerante. Allo stesso tempo, il parlamentare ha definito la dichiarazione dell'UE falsa e propagandistica.

"Questo è tutto ciò che l'Ucraina ha ricevuto dall'Europa come supporto: non ci sono navi da guerra, niente soldi per le spese militari, quindi, un certificato di affidabilità dei partner ucraini, niente di più", il deputato cita RT.

Un membro della camera bassa del parlamento ha sottolineato che Bruxelles si trova ora in una situazione difficile, poiché sta cercando di destreggiarsi tra i propri interessi e le istruzioni di Washington.

"Così Federica Mogherini salta come su una padella bollente, dichiarando qualcosa che non può esistere, anche se, molto probabilmente, nel profondo della sua anima rimprovera se stessa per la palese menzogna", ha aggiunto il politico.

Anche il Consiglio della Federazione ha condannato la dichiarazione dell'Unione europea.

Secondo il senatore della Crimea, Sergey Tsekov, questa posizione giustifica le azioni delle autorità ucraine durante l'incidente nello stretto di Kerch, sebbene sia stata Kiev a violare il diritto internazionale in quella situazione.

Ha anche osservato che Bruxelles non vuole capire l'essenza di quanto accaduto a marzo 2014.

"Questa è l'essenza del doppio standard della moderna comunità europea: credono che non tutti abbiano il diritto all'autodeterminazione, in particolare la Crimea non ce l'ha, l'Europa da molto tempo non riconosce la penisola come parte integrante della Russia, anche se ci sono già voci solide", ha detto il parlamentare conversazione con RT.
Il senatore Franz Klintsevich ha affermato che la Russia vive da cinque anni nelle condizioni di non riconoscimento della Crimea ed è pronta ad andare avanti così.
"Devo solo enfatizzare: l'Unione europea sta facendo del male, prima di tutto, a se stessa, rinviando per un tempo indefinito la costruzione di una nuova Europa unita, che, tra l'altro, è ciò di cui gli americani hanno più paura. È tempo di realizzare finalmente i propri interessi e smettere di seguire le politiche statunitensi" ha scritto su Facebook.

                                                                                     

Correlati:

L'Unione europea rifiuta di nuovo di riconoscere il risultato del referendum in Crimea 
Crimea. Cinque anni dopo
In Crimea srotolata bandiera russa da record
Tags:
Ruslan Balbek, RT, Consiglio della Federazione della Russia, Sergey Tsekov, Federica Mogherini, UE, UE, Crimea
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook