Widgets Magazine
10:32 17 Settembre 2019
NATO

Consiglio di sicurezza comunica schieramento truppe NATO lungo confini russi

© REUTERS / Ints Kalnins
Mondo
URL abbreviato
14130
Seguici su

La NATO sta spostando truppe vicino ai confini russi, ha detto il segretario del Consiglio di sicurezza aggiunto Mikhail Popov in un'intervista al quotidiano del ministero della Difesa Krasnaya Zvezda.

Secondo lui, il numero del contingente dell'alleanza di reazione rapida è aumentato da 25.000 a 40.000 persone in due anni. In particolare, gruppi tattici rinforzati di battaglioni multinazionali per un massimo di 1.000 soldati ciascuno sono stati schierati negli stati baltici.

Inoltre, l'iniziativa americana "da 3 a 30" è in fase d'implementazione. Preve la prontezza al combattimento di 30 battaglioni meccanizzati, 30 squadroni aerei e 30 navi da combattimento dei paesi del blocco per 30 giorni.

La NATO sta anche ripristinando il sistema di rinforzo transatlantico di truppe dagli Stati Uniti e dal Canada che esisteva durante la Guerra Fredda, e il quartier generale della divisione multinazionale Nord sta venendo formato sulla base della gestione della divisione di fanteria motorizzata danese, ha aggiunto Popov.

"Il suo gruppo operativo, a giudicare dai resoconti dei media, è stato schierato l'8 marzo di quest'anno nel villaggio di Adazi in Lettonia", ha aggiunto Popov.

In precedenza, il capo del Comando europeo delle forze armate statunitensi, il generale Curtis Scaparrotti, ha affermato che era necessario schierare ulteriori forze aeree e navali per contenere la Russia nel quadro dell'iniziativa europea di difesa.

Il primo vicepresidente della commissione Affari esteri del Consiglio della Federazione, Vladimir Dzhabarov, commentando la dichiarazione di Scaparrotti, ha osservato che l'aumento del potenziale delle truppe è una "cattiva tendenza", poiché aumenta la probabilità di un conflitto diretto. Invece, Dzhabarov ha consigliato agli stati occidentali di sviluppare relazioni commerciali ed economiche.

In precedenza, la Polonia ha proposto agli Stati Uniti di schierare una divisione corazzata nel paese, assumendosi tutte le spese, circa due miliardi di dollari. Donald Trump ha detto che Washington sta ancora valutando la possibilità di creare una base militare.

A sua volta, il ministro della Difesa russo Sergey Shoygu ha osservato che ciò non contribuisce al rafforzamento della sicurezza regionale e costringe Mosca a prendere misure di rappresaglia.

Correlati:

NATO esorta la Russia a rispettare i trattati INF e CFE
Stoltenberg: la Brexit non influirà sulle relazioni Regno Unito-NATO
Perché la NATO non ha condotto un’operazione terrestre contro la Jugoslavia?
Tags:
Curtis Scaparrotti, Vladimir Dzhabarov
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik