Widgets Magazine
00:24 21 Settembre 2019
La polizia vista al luogo della sparatoria nella mosche Al Noor a Christchurch, Nuova Zelanda

Nuova Zelanda, strage in due moschee. Decine di morti e feriti

© AP Photo / Mark Baker
Mondo
URL abbreviato
696
Seguici su

Ad aprire il fuoco sarebbero stati tre uomini e una donna, un uomo con una giacca militare, nei due luoghi di culto di Christchurch. Il numero delle vittime è salito a 49. Lo riferiscono i media neozelandesi.

Nella città neozelandese di Christchurch sono avvenuti sparatorie in due moschee e anche un attacco all'ospedale municipale, causando 49 morti. Lo ha detto il capo della polizia neozelandese Mike Bush, citato da New Zeland Herald.  Al momento dell'attacco nella prima moschea di Al Noor, c'erano circa 300 persone.

​"Sparatoria nella Masjid al Noor, a Christchurgh, Nuova Zelanda, alle 2 di mattino duranto Jum'ah. Vedo sangue. Secondo le testimonianze, alcune persone sono state uccise", scrive uno dei testimoni.

Secondo la polizia neozelandese, tre uomini e una donna sono stati fermati dopo le sparatorie. La polizia ha trovato e disinnescato due ordigni esplosivi. Per sicurezza tutte le moschee del Paese sono state chiuse.

Come riporta New Zealand Herald, uno dei assalitori sarebbe un australiano di 28 anni che ha composto un manifesto anti-immigrati e anti-musulmani di 73 pagine sui suoi piani: ha scritto che "è un attacco terroristico" nel suo manifesto. La nazionalità dell'assalitore è stata confermata dal premier australiano Scott Morrison.

In un tweet pubblicato da uno dei terroristi si vedono i caricatori delle armi automatiche con su i nomi di assassini di immigrati, tra cui l'italiano Luca Traini, che tentò una strage di migranti a Macerata nel 2018 in cui rimasero ferite sei persone. 

I caricatori delle armi automatiche
© REUTERS / Social media
I caricatori delle armi automatiche

L'uomo ah inoltre pubblicato su Facebook un live della sparatoria per 17 minuti. All'inizio dello streaming l'uomo, che si è chiamato Brenton Tarrant, arriva in auto alla Mosche Al Noor a Christchurch e parcheggia l'auto. Diverse armi e munizione sarebbero stati filmati nel video.

La polizia inoltre "esorta con forza" a non condividere il video sulla strage girato e pubblicato da uno degli assalitori.

"Stiamo lavorando perché venga rimosso", ha scritto la polizia su Twitter. 

La premier Jacinda Ardern ha definito l'attacco "un atto di violenza senza precedenti", ed ha commentato: "è uno dei giorni più bui della Nuova Zelanda".

Tags:
Morti, Vittime, strage, sparatoria, Nuova Zelanda
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik