Widgets Magazine
16:16 24 Agosto 2019
Il rublo russo

Record di vendite del debito statale russo, trovata la pista venezuelana

© Sputnik . Maksim Bogodvid
Mondo
URL abbreviato
La crisi politica in Venezuela (428)
220

L’aumento della domanda delle obbligazioni russe da parte degli stranieri ha portato ad una vendita record nell’ultimo anno e mezzo. La domanda potrebbe essere stata innescata da investitori del Venezuela, dice la RBC citando fonti del settore bancario.

Secondo la pubblicazione, Caracas potrebbe investire in titoli di stato russi reddito con la recente vendita di oro delle riserve della Banca Centrale. Un altro motivo di questo passaggio sta nel desiderio di salvare i risparmi per la politica economica e tensioni nel paese: con gli allegati russi sono sicuri dal punto di vista delle possibili sanzioni occidentali contro il Venezuela e le sue attività.

Sulle possibili vendite  di oro delle riserve del governo del Venezuela nel mese di febbraio, hanno parlato i deputati dell'opposizione del Parlamento, di cui Guaidò si è auto-dichiarato in precedenza il presidente temporaneo. Secondo loro, a Caracas si potrebbero vendere 81 tonnellate di oro, e gli acquirenti possono essere Emirati Arabi Uniti e Turchia.

Il 12 marzo la Banca centrale della Russia ha riferito che nel mese di febbraio, gli investitori non residenti hanno comprato debito per una cifra record, battendo la precedente del settembre 2017, per un volume di liquidità totale pari a 28,5 miliardi di rubli. Così, la quota tra i titolari del debito pubblico russo è salita dal 25 al 25,5 per cento. Secondo il regolatore, un aumento della domanda potrebbe garantire un ristretto gruppo straniero.

Tema:
La crisi politica in Venezuela (428)

Correlati:

Per l'Economist il rublo russo è la moneta più sottovalutata del mondo
Longhetti, Mapei: "Produrre in Russia per esportare all’estero. Ma serve il rublo stabile"
Fermata l'attività della banda che ha portato via dalla Russia 37 miliardi di rubli
Tags:
banca, Debito pubblico, oro, Rublo, Venezuela