Widgets Magazine
20:33 12 Novembre 2019
La bandiera americana

Gli americani sperimentano attacchi aerei con bombe ultra compatte

CC BY 2.0 / Mike Mozart / American Flag
Mondo
URL abbreviato
05
Seguici su

Il comando per le operazioni speciali americano USSOCOM, insieme al comando delle operazioni speciali dell’aviazione, l’AFSOC, ha condotto la prima fase di sperimentazione della bomba aerea GBU-69/B SGM, che si distingue per le dimensioni compatte e il peso ridotto.

Lo sviluppo di munizioni compatte è finalizzato per piccoli droni o aerei, non adattati, per il trasporto di bombe. Nonostante le dimensioni, tali munizioni devono avere proprietà relativamente elevate. Lo sviluppo di correzione delle bombe GBU-69/B è in corso dal 2016, con le modifiche sono in grado di essere programmate per una distanza di 37 chilometri.

La lunghezza della bomba è di soli 1,06 metri, ha un diametro di 11,4 centimetri dotato di ali pieghevoli BRIO di 71 centimetri.

La massa delle GBU-69/B SGM è solo 27 chilogrammi, 16 dei quali sono la parte armata. La bomba è dotata di un sistema di comunicazione theX-Net, sviluppato dalla Società Americana Raytheon. Si tratta di una stazione radio definita dal programma che è in grado di ricevere e inviare dati di puntamento.

Il sistema di comunicazione supporta il cambiamento dinamico di frequenza, consentendo di aumentare l'efficienza di trasmissione dei dati in condizioni di interferenze radio. Durante i test, che hanno effettuato con successo, i militari hanno testato il funzionamento del sistema di scambio dei dati con l’aviazione e questo consente di impostare nuovi obiettivi durante il volo. I test delle GBU-69/B SGM sono stati condotti con gli aerei AC-130, ed entro fine anno verranno sperimentate sui droni.

Correlati:

India, testata bomba a guida laser di produzione israeliana (VIDEO)
Londra, scoperti pacchi bomba in una stazione ferroviaria e due aeroporti
L’aereo della Ural Airlines atterra a Baku per sospetto bomba
Tags:
esperimento, bombe, aviazione, Aereo, Test, USA