Widgets Magazine
06:04 19 Luglio 2019
Margarita Simonyan, caporedattore di Rossiya Segodnya

Simonyan punta al New York Times per le affermazioni che Pompeo addossa a Sputnik e RT

© Sputnik . Aleksey Nikolsky
Mondo
URL abbreviato
161

La redattrice capo di Sputnik e RT Margherita Simonyan ha reindirizzato verso il giornale americano New York Times le affermazioni del segretario di stato USA Mike Pompeo riguardo la Russia, che utilizza presumibilmente RT e Sputnik, per distogliere l'attenzione dalla situazione umanitaria in Venezuela.

"Lo ha detto dopo che il New York Times ha scritto che i camion di soccorso sono stati bruciati non da Maduro, ma dalla stessa opposizione che le autorità statunitensi sostengono. Quello che i nostri RT e Sputnik raccontano da tempo. Senza dubbio lo abbiamo detto noi, ma siamo noi anche il Times adesso?" ha scritto la Simonyan su Telegram.

Le proteste di massa contro l'attuale Presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, sono iniziate il 21 gennaio dopo il giuramento. Dopo l'inizio dei disordini il leader dell’opposizione del Parlamento Juan Guaidò si è illegalmente proclamato capo provvisorio dello stato.

Un certo numero di paesi occidentali guidati dagli Stati Uniti ha dichiarato il suo riconoscimento. A sua volta, Maduro ha chiamato il capo del Parlamento "fantoccio degli Stati Uniti". La Russia, la Cina e molti altri paesi hanno sostenuto Maduro come legittimo presidente del Venezuela. 

Tentativo di consegna degli aiuti

L'opposizione venezuelana il 23 febbraio ha cercato di consegnare al paese aiuto umanitario, che il governo, nella persona del legittimo capo dello Stato, Nicolas Maduro non aveva assolutamente intenzione di accettare. Il governo Maduro afferma che non c'è crisi umanitaria nel paese, ma i tentativi di fornire assistenza umanitaria sono provocazioni.

Come è stato notato da Maduro, la storia degli aiuti umanitari è una copertura per l'aggressione contro il paese. Sullo sfondo della crisi, Maduro ha rotto le relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti e la Colombia. Tuttavia, il leader dell'opposizione Juan Guaidò ha dichiarato che continuerà a perseguire la consegna degli aiuti umanitari.

Durante il tentativo di fornire aiuti umanitari al confine con la Colombia, il 23 Febbraio sono stati bruciati diversi camion. L'opposizione ha accusato di ciò le autorità ufficiali, che hanno impedito l'importazione di aiuti umanitari.

Il New York Times ha riferito che la causa dell’incendio potrebbe essere l'azione dell’opposizione, non delle autorità ufficiali del Venezuela. Il giornale ha concluso che uno dei manifestanti ha gettato una cocktail molotov al personale delle forze dell'ordine, che hanno impedito l'ingresso dei camion con gli aiuti umanitari, ma un pezzo di tessuto della molotov che bruciava,  è andato sul camion.

Correlati:

Simonyan commenta rifiuto accreditamento a corrispondenti di Ria Novosti e Sputnik
Simonyan spiega perché Canada non ha accreditato RIA Novosti e Sputnik
Facebook blocca pagine sospette, Simonyan: è scontro geopolitico
Tags:
disputa, Incendio, aiuti umanitari, RT, Margarita Simonyan, Venezuela