Widgets Magazine
10:34 24 Settembre 2019
Birra

In Russia è stato proposto di fissare il prezzo minimo della birra

CC0 / Pixabay
Mondo
URL abbreviato
110
Seguici su

L'associazione nazionale dei produttori di orzo, malto, luppolo e birra analcolica ha proposto al ministero delle finanze di fissare un prezzo minimo al dettaglio per la birra a 35 rubli (circa 50 centesimi €) per mezzo litro, segnala il media Izvestia.

Secondo gli autori dell'iniziativa, se la proposta verrà accettata aumenterà la qualità dei prodotti, dal momento che le bevande alcoliche a prezzi bassi sollevano dubbi sulla qualità e sulla legalità della produzione.

Il vice ministro Ilya Trunin, commentando la proposta, ha detto ad Izvestia che l'introduzione del prezzo minimo è consigliabile solo nelle condizioni di accesso limitato alle bevande alcoliche.

A sua volta Alexey Sazanov, direttore del dipartimento di politica fiscale e doganale presso il ministero delle Finanze, ha osservato che il sui dipartimento sostiene l'iniziativa, ma non la approverà senza una riflessione approfondita.

L'antitrust russo aveva chiarito che l'introduzione di un prezzo minimo per la birra avrebbe contribuito a combattere i prodotti illegali e avrebbe giovato alla concorrenza.

A febbraio il ministero delle Finanze aveva proposto di dare all'authority antitrust il diritto di fissare prezzi minimi per qualsiasi tipo di bevanda alcolica. Pertanto il dicastero propone di modificare la lista dei prodotti, compresi i beni di consumo, i cui prezzi sono stabiliti dal governo e dagli organi esecutivi federali. L'elenco comprende bevande alcoliche con un contenuto di alcol etilico superiore al 28%, vino e champagne.

Correlati:

In Russia si potrà comprare la birra negli uffici postali
Tags:
Società, birra, alcol, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik