06:40 25 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 130
Seguici su

Ilya Smirnov è un cittadino russo che alcuni anni fa ha deciso di allevare alpaca a Mosca. La sua iniziativa ha avuto grande successo e oggi il giovane possiede una fattoria con più di 20 animali.

L'amore di Ilya per gli animali cominciò già durante l'infanzia quando condivideva la casa (un monolocale in centro a Mosca) non solo con i genitori e i fratelli, ma anche con un enorme cane da pastore. La famiglia aveva anche altri cani, gatti e uccelli nella loro casa di campagna.

L'idea di acquistare degli alpaca venne a Ilya mentre era in vacanza negli USA. Durante questo viaggio Ilya e la sua famiglia visitarono un allevamento di alpaca e subito se ne innamorarono. Ma i progetti per l'acquisto di questo insolito animale si scontrarono di ritorno in Russia con un inaspettato ostacolo: in Russia non c'erano alpaca.

Ilya Smirnov e uno dei suoi alpaca
Ilya Smirnov e uno dei suoi alpaca

"Ci piacevano molto questi animali e, quando ritornammo in Russia, cominciammo a pensare che sarebbe stato bello comprarli. Ma poiché qui non ne trovavamo, tornammo negli USA per portare gli alpaca in Russia. Tutto cominciò così", racconta Ilya a Sputnik con un tono del tutto normale come se non si trattasse di animali che abitano all'altro capo del mondo e pesano più di 80 kg.

Questa coraggiosa idea costò agli Smirnov più tempo e lavoro di quanto potessero immaginare. La preparazione dei documenti per l'importazione degli animali dagli USA in Russia durò circa 2 anni. Anche le lungaggini burocratiche con la compagnia area furono un grande ostacolo per gli Smirnov perché la compagnia non si era mai occupata di una cosa simile.

Alla fine Ilya e famiglia riuscirono a far arrivare in Russia 5 alpaca e poi altri 10. Alcuni di questi furono venduti a persone che da tempo erano interessate all'acquisto e questo contribuì a coprire le spese iniziali. Circa 7 anni dopo nella fattoria "Russkye alpaki" si contano già 21 esemplari, la maggior parte dei quali è nata a Mosca.

Ilya garantisce che le condizioni estreme del rigido inverno russo non influiscono sugli alpaca che si adattano piano piano all'ambiente circostante.

"Sopravvivono benissimo anche quando fa molto freddo. Di recente ci sono stati —20 e anche —30° C. Ma hanno una lana folta e non soffrono il freddo", sostiene Ilya.

L'allevatore spiega che la cosa peggiore è quando d'inverno la temperatura aumenta e poi scende di nuovo. Quando d'inverno le temperature sono sopra lo zero, la neve si scioglie e gli alpaca si bagnano. Poi la lana umida congela e questo può far ammalare gli animali.

"Ma noi offriamo loro tutto quello di cui hanno bisogno per una vita confortevole. Mangiano molto bene. Diamo loro da mangiare un mix di grano e orzo che coltiviamo qui in fattoria. Hanno anche accesso al fieno. Per questo, non hanno di che lamentarsi", afferma il proprietario della fattoria.

Ma Ilya aggiunge che ha dovuto imparare molto per poter allevare gli alpaca: infatti, la maggior parte dei russi non sapeva come allevarli.

"Abbiamo dovuto imparare e leggere molto su questi animali. Impariamo dai nostri sbagli perché non è possibile imparare tutto subito. Sfortunatamente all'inizio abbiamo perso alcuni alpaca, ma è inevitabile. Adesso siamo sulla buona strada. Siamo sempre in fattoria a prenderci cura degli animali", spiega Ilya e aggiunge che in casi gravi chiamano un veterinario di fiducia per curare gli alpaca.

 

 

Col tempo gli alpaca hanno smesso di essere un semplice hobby per Ilya e sono diventati una vera e propria attività. Oggi la sua fattoria ospita centinaia di visitatori ogni anno. Inoltre, questi begli animali sono spesso invitati a partecipare a scatti fotografici.

In futuro Ilya vorrebbe incrementare la produzione di lana d'alpaca e organizzare mostre di questi animali con altri allevatori. Vorrebbe anche che i moscoviti potessero andare in vacanza alla sua fattoria. 

Tags:
Alpaca, Solo In Russia, Animali, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook