Widgets Magazine
00:48 21 Settembre 2019
Carne

Carne e pesce sintetici verranno stampati in 3D sulla ISS

© Foto : Pixabay
Mondo
URL abbreviato
0 010
Seguici su

Ad'agosto 2019, il creatore della stampante 3D spaziale di “3D Bioprinting Solutions” potrebbe inviare cellule di manzo o pesce alla Stazione Spaziale Internazionale per esperimenti sulla stampa della carne, ha dichiarato a Sputnik la società Yousef Hesuani.

In precedenza è stato riferito che il 22 agosto, la navicella Soyuz MS-14 volverà per la prima volta verso la ISS sul razzo Soyuz-2.1a. Al fine di risolvere in sicurezza l'interazione della nave con il razzo, verrà inviata nello spazio senza equipaggio.

"Vogliamo inviare cellule muscolari, vedremo come si comporteranno negli esperimenti a terra. Molto probabilmente, saranno già pronte per il lancio", ha detto Hesuani.

Secondo lui, la società sta attualmente lavorando con tre startup americane e israeliane impegnate nello sviluppo di tecnologie per la produzione di un gran numero di cellule viventi. Due di loro lavorano con cellule di manzo, una con cellule di tonno blu e una con cellule di salmone.

3D Bioprinting Solutions sta ora prelevando campioni di cellule dai partner per il test. I test dovrebbero mostrare quali sono adatti per la biostampante già presente sulla ISS. I campioni selezionati saranno rinchiusi in provette speciali e verranno mandati in orbita. Durante l'esperimento con la biostampante, le strutture muscolari saranno ottenute dalle cellule della stazione.

Inoltre, secondo Hesuani, materiali sintetici basati sulla ceramica saranno inviati alla stazione alla Soyuz di agosto, che potrà essere utilizzata per rigenerare il tessuto osseo.

La prima bio-stampante è stata inviata alla ISS il 10 ottobre 2018 sulla navicella Soyuz MS-10. Tuttavia, non è stato possibile raggiungere la stazione a causa di un incidente del veicolo di lancio.In precedenza è stato riferito che il 22 agosto, la navicella Soyuz MS-14 volverà per la prima volta verso la ISS sul razzo Soyuz-2.1a. Al fine di risolvere in sicurezza l'interazione della nave con il razzo, verrà inviata nello spazio senza equipaggio.

"Vogliamo inviare cellule muscolari, vedremo come si comporteranno negli esperimenti a terra. Molto probabilmente, saranno già pronte per il lancio", ha detto Hesuani.

Secondo lui, la società sta attualmente lavorando con tre startup americane e israeliane impegnate nello sviluppo di tecnologie per la produzione di un gran numero di cellule viventi. Due di loro lavorano con cellule di manzo, una con cellule di tonno blu e una con cellule di salmone.

3D Bioprinting Solutions sta ora prelevando campioni di cellule dai partner per il test. I test dovrebbero mostrare quali sono adatti per la biostampante già presente sulla ISS. I campioni selezionati saranno rinchiusi in provette speciali e verranno mandati in orbita. Durante l'esperimento con la biostampante, le strutture muscolari saranno ottenute dalle cellule della stazione.

Inoltre, secondo Hesuani, materiali sintetici basati sulla ceramica saranno inviati alla stazione alla Soyuz di agosto, che potrà essere utilizzata per rigenerare il tessuto osseo.

La prima bio-stampante è stata inviata alla ISS il 10 ottobre 2018 sulla navicella Soyuz MS-10. Tuttavia, non è stato possibile raggiungere la stazione a causa di un incidente del veicolo di lancio. 

Correlati:

Inaugurato il ponte più lungo al mondo realizzato con stampante 3D (VIDEO)
All'alligatore hanno stampato la coda con una stampante 3D (VIDEO)
A Ryazan riparato un teschio con una stampante 3D
Olanda: ponte stampato con stampante 3D
Tags:
Tecnologia, ISS, Stazione spaziale internazionale, tecnologia, Mondo
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik