Widgets Magazine
00:54 21 Settembre 2019
Il Pentagono, il quartier generale del Dipartimento della difesa statunitense.

Stato Maggiore russo svela lo sviluppo della strategia USA “Cavallo di Troia”

© Foto: Pubblico dominio
Mondo
URL abbreviato
1371
Seguici su

Il Pentagono ha iniziato a sviluppare la nuova strategia di guerra "Cavallo di Troia", ha detto il Capo dello Stato Maggiore delle Forze Armate e Primo Vice Ministro dell'Esercito della Difesa Generale Valery Gerasimov.

Ha parlato della strategia "Cavallo di Troia" in una conferenza sullo sviluppo della strategia militare.

"La sua essenza sta nell'uso attivo del potenziale di protesta della "quinta colonna" nell'interesse di destabilizzare la situazione, con attacchi congiunti dell'OMC contro le strutture più importanti", ha detto Gerasimov.

Il capo dello stato maggiore ha sottolineato che la Russia è pronta a prevenire qualsiasi strategia del genere.

"Negli ultimi anni, gli scienziati militari, insieme allo Stato maggiore, hanno sviluppato approcci concettuali per neutralizzare le azioni aggressive dei potenziali avversari", ha affermato.

Secondo il generale, la risposta russa si basa su una "strategia di difesa attiva", che (dato il carattere difensivo della dottrina militare russa) prevede misure per neutralizzare proattivamente le minacce alla sicurezza dello stato.

Ha osservato che è proprio la logica di queste misure in fase di sviluppo che dovrebbero costituire le attività scientifiche degli scienziati militari, e ora questo è uno dei settori prioritari per garantire la sicurezza dello Stato.

"Dobbiamo essere davanti al nemico nello sviluppo della strategia militare, fare un passo avanti".

La nuova strategia del Pentagono è stata annunciata la scorsa settimana dal Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica degli Stati Uniti, il generale David Goldfine. Secondo lui, l'idea è di colpire i punti deboli del nemico.

Quindi, secondo il generale, l'esercito americano riceverà "vantaggi asimmetrici" sul nemico. Goldfine si riferisce principalmente a Russia e Cina, dichiarando che sono state le minacce da parte loro a spingere il Pentagono a sviluppare questo piano.

I militari e i politici statunitensi chiamano costantemente la Russia una delle minacce più gravi per gli Stati Uniti, sebbene la dirigenza russa abbia ripetutamente sottolineato che Mosca non minaccia nessuno.

Come ha affermato il presidente Vladimir Putin nel suo discorso all'Assemblea federale, tutti i lavori per migliorare la capacità di difesa hanno un solo obiettivo: mirare a garantire la sicurezza della Russia e dei suoi cittadini, in modo che nessuno possa pensare non solo all'aggressione contro il paese, ma anche a cercare di usare contro i suoi metodi di pressione della forza.

Correlati:

Il Pentagono non conferma il piano di ritiro dalla Siria dal 1 aprile
Pentagono sostiene necessità di modernizzare testate nucleari americane
Pentagono preoccupato per la "cyber-attività cinese in Venezuela"
Tags:
Strategia, Guerra, Stato Maggiore, Pentagono, Valery Gerasimov, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik