20:53 06 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
1315
Seguici su

Il comando cibernetico delle forze armate statunitensi ha condotto un'operazione "offensiva" contro un'agenzia di ricerca sul web di San Pietroburgo nel 2018.

Lo si afferma in un articolo del Washington Post con riferimento a delle fonti.

Nel pezzo si afferma che l'attacco informatico è stato compiuto durante le elezioni di metà mandato per il Congresso degli Stati Uniti.

"Li hanno scollegati da internet", — ha detto uno degli interlocutori del giornale.

Secondo il Washington Post, è stata la prima operazione del comando cibernetico contro Mosca.

Secondo le fonti del giornale, l'operazione è stata avviata per "impedire ai russi di dar vita ad una campagna di disinformazione che avrebbe messo in discussione i risultati elettorali".

Il Pentagono ha giudicato proficua l'operazione, si osserva nell'articolo.

Correlati:

Un americano su due non è sicuro dell'obbiettività dell'inchiesta sul Russiagate
Russiagate, senatore dem Van Hollen: “nessuna prova su collusione tra Trump e Cremlino”
Tags:
hacker, internet, cyberspazio, cyber-attacco, Russiagate, Elezioni, esercito USA, Congresso USA, Pentagono, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook