Widgets Magazine
02:47 18 Settembre 2019
Горячая пицца на деревянном столе

Chi mangia pizza e hamburger muore prima

© Fotolia / Hansgeel
Mondo
URL abbreviato
8510
Seguici su

I medici hanno più volte parlato dei danni di crocchette di pollo, patatine fritte e pizza. Un nuovo studio è giunto a conclusioni inequivocabili: chi segue una dieta a base di questi cibi muore prima.

Studiosi dell'Università di Parigi hanno studiato i dati di circa 45.000 francesi di circa 57 anni all'inizio dell'esperimento e li hanno presi in osservazione per 7 anni. I partecipanti hanno regolarmente compilato dei questionari in cui hanno indicato cosa mangiavano, bevevano, se praticassero sport, quale stile di vita conducevano e quali erano i loro parametri corporei come l'altezza e il peso.

Pizza Hut adds new 3-Cheese Stuffed Crust Pizza to menus as first permanent pizza offering in almost two decades.
© AP Photo / PRNewsFoto
Ad interessare particolarmente gli studiosi era il gruppo dei prodotti alimentari cosiddetti "ultra-lavorati", come li ha definiti il nutrizionista brasiliano Carlos Monteiro. Questi prodotti sono creati tramite processo industriale a partire da alcuni ingredienti che di solito includono additivi e coloranti alimentari. Sempre più spesso questi alimenti vengono venduti sotto forma di dolci e snack.

Gli scienziati hanno scoperto una dipendenza tra il consumo di cibi ultra-lavorati e un elevato rischio di morte. Un incremento del 10% nel consumo di questi prodotti porta a un aumento della mortalità del 14%.

Le ragioni di ciò sarebbero la presenza dell'acrilammide, una sostanza che si crea ad elevate temperature durante la reazione tra zucchero e asparagina. Sempre più spesso si trova in prodotti da forno. Alcuni anni fa l'OMS ha definito l'acrilammide un "possibile cancerogeno".

Altrettanto dannosi sono anche alcuni additivi alimentari come il biossido di titanio che può generare infiammazioni croniche e oncogenesi. Mentre gli emulsionanti e gli esaltatori di gusto possono disturbare l'equilibrio della flora intestinale e generare sindromi metaboliche, diabete e cancro. Infine, un ruolo non indifferente lo svolge anche la confezione: i barattoli e le pellicole di plastica con il bisfenolo A.

Gli autori dello studio invitano gli enti sanitari a pensare a come rendere il cibo sano più conveniente e accessibile per la popolazione. Inoltre, invitano le persone a prepararsi più spesso il cibo a casa.

Queste conclusioni non sono state una rivelazione per i ricercatori. L'anno scorso gli stessi studiosi avevano scoperto un legame tra i cibi ultra-lavorati e le patologie oncologiche: in particolare, con il cancro alla mammella. Altri studi parlano dei danni alla salute provocati dalla dieta "occidentale" visto il suo alto contenuto di zucchero e di prodotti lavorati.

Correlati:

A Washington un ristorante servirà la pizza in onore di Putin
Tags:
pizza, scienza, alimentazione, Scoperta, studio, Parigi, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik