Widgets Magazine
08:50 15 Ottobre 2019
Primo test del Poseidon

Negli USA parlano del "siluro dell'Apocalisse" russo

© Sputnik . Ministero della Difesa russo
Mondo
URL abbreviato
4220
Seguici su

Il drone sottomarino nucleare Poseidon, i cui test sono stati precedentemente resi noti dal ministero della Difesa russo, probabilmente, non serve per infliggere il primo colpo al nemico, ma per rappresaglia in caso di attacco nucleare contro la Russia, scrive The Popular Mechanics.

Come osserva il giornale, il "siluro dell'Apocalisse" è troppo lento e rumoroso per poter essere utilizzato come arma di primo impatto.

Allo stesso tempo, la combinazione tra immersione profonda e velocità relativamente elevata, rende il Poseidon difficile da intercettare. In questo modo, sarà quasi impossibile fermarlo, osserva l'autore della pubblicazione.

"Il drone è progettato per attaccare gli oggetti costieri come una base sottomarina, un porto o una città costiera. "La potenza della testata è di due megatoni, o 2000 kilotoni. A confronto, la potenza della bomba atomica a Hiroshima era di circa 16 kilotoni", si legge nell'articolo.

Come suggerisce il giornale, il test del Poseidon, si è svolto nel laboratorio marino contro il sottomarino Sarov. Il Ministero della difesa della Russia ha presentato il primo video dei test il 20 febbraio. Nel mese di luglio 2018, il dipartimento ha pubblicato un video con un modello reale di drone sottomarino, è stato illustrato da fotogrammi creati utilizzando la grafica digitale.

Correlati:

Ministero Difesa russo pubblica primo video test del Poseidon
Esperto: sistema d’arma russo Poseidon mina il piano dello scudo missilistico USA
Fonte: Poseidon in grado di aggirare sistemi di difesa del nemico
Tags:
Drone, p-8a "poseidon", Droni, conseguenze, Missili, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik