00:31 14 Dicembre 2019
Il leader della Lega Nord Matteo Salvini

I rappresentanti della Lega hanno smentito le ipotesi sul finanziamento russo

© AP Photo / Luca Bruno
Mondo
URL abbreviato
5121
Seguici su

Il leader del partito della Lega, il vice-premier e ministro degli Interni italiano, Matteo Salvini non ha intenzione di commentare l'articolo dell'Espresso, in cui si sostiene che il suo partito, entrato nella coalizione di governo, ha ottenuto un finanziamento dalla Russia.

"Matteo Salvini non perderà tempo a confutare assurde e infondate supposizioni dei giornalisti", hanno detto ai media russi al partito.

Il portavoce ha sottolineato che i rappresentanti del partito, tra cui il presidente dell'associazione Lombardia — Russia Gianluca Savoini, in Italia, hanno intenzione di rivolgersi agli avvocati contro l'Espresso per una querela di diffamazione.

Gianluca Savoini, considerato il consigliere di Matteo Salvini e vicino al Cremlino, in un commento per Sputnik ha confutato la notizia riguardo ad un suo coinvolgimento in trattative con la compagnia petrolifera statale russa Rosneft per ottenere finanziamenti per la Lega.

Rosneft si è rivolta alla redazione de La Stampa e del giornale L'Espresso con la richiesta immediata di confutare queste disinformazioni e in casi di danno intende far valere i propri diritti in tribunale, si legge nel comunicato.

Il settimanale Espresso ha pubblicato il 21 febbraio 2019 l'articolo "Quei 3 milioni russi per Matteo Salvini: ecco l'inchiesta che fa tremare la Lega". Il giornale La Stampa, insieme all' Espresso, fa parte del gruppo GEDI.  

Correlati:

Gianluca Savoini smentisce trattative con Rosneft per finanziare la Lega
"Rosneft" chiede smentire articolo su finanziamenti Lega da parte russa
Tav, in aula Camera passa mozione M5s-Lega con 261 sì
Tags:
russi, Finanza, elezioni amministrative, Richiesta di finanziamento, accuse, Lega, Matteo Salvini, Italia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik