Widgets Magazine
09:36 23 Settembre 2019
Mohammad Javad Zarif

Ministro Esteri Iran: Teheran pronta a “intrattenere” Trump in caso inasprimento sanzioni

© AP Photo / Petr David Josek
Mondo
URL abbreviato
3160
Seguici su

Teheran è pronta a sorprendere gli Stati Uniti in caso di sanzioni più severe per le esportazioni di petrolio, ha detto il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif in un'intervista con la testata svizzera di Basler Zeutung.

"Non svelerò i metodi: Trump ama l'elemento sorpresa, quindi lo intratterremo", ha detto in risposta alla domanda sulle misure che l'Iran ha preparato in caso di inasprimento delle sanzioni statunitensi nel settore petrolifero.

Il ministro degli Esteri iraniano ha anche invitato la comunità internazionale a concentrarsi sui propri interessi in materia di cooperazione con Teheran e a pensare a cosa possa accadere se gli Stati Uniti proibissero all'Europa di commerciare con la Cina.

Secondo Zarif, l'Iran considera insufficiente il meccanismo europeo INSTEX per le transazioni commerciali per aggirare le sanzioni statunitensi, dal momento che il paese ha bisogno di investimenti esteri in primo luogo. E le sanzioni impediscono l'arrivo di compagnie straniere.

L'Iran e i "sei" mediatori internazionali (Russia, Stati Uniti, Gran Bretagna, Cina, Francia, Germania) hanno raggiunto un accordo storico per risolvere il problema di lunga data del programma nucleare iraniano: è stato adottato il piano d'azione globale congiunto (IPAP), la cui attuazione ha rimosso le sanzioni economiche e finanziarie da parte del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, degli Stati Uniti e dell'Unione europea nei confronti dell'Iran.

Gli Stati Uniti a maggio 2018 hanno annunciato il ritiro dall'accordo sul programma nucleare con l'Iran e il ripristino di tutte le sanzioni contro il paese, comprese le sanzioni secondarie, cioè contro i paesi che intrattengono rapporti commerciali con l'Iran. Washington ha dichiarato il suo obiettivo di portare l'esportazione del petrolio iraniano a zero e ha esortato i suoi acquirenti ad abbandonare tali acquisti.

In precedenza, i ministri degli esteri di Francia, Germania e Regno Unito hanno annunciato la registrazione di un meccanismo congiunto di transazione INSTEX con l'Iran. Nella prima fase dovrà garantire la fornitura di medicinali, attrezzature mediche e prodotti agricoli. La decisione di istituire un meccanismo di pagamento per la cooperazione con l'Iran, aggirando le sanzioni statunitensi è stata presa dopo il ritiro degli Stati Uniti dall'accordo nucleare.

Correlati:

Un nuovo metodo per commerciare con l’Iran aggirando le sanzioni USA
Ministro degli Esteri francese: Parigi è pronta ad applicare le sanzioni contro l'Iran
Al Senato USA bloccato disegno di legge su sanzioni contro Russia, Iran e Siria
Sanzioni americane: l’Italia non lascerà da solo l’Iran
Tags:
Accordo con Iran, Instex, Sanzioni Iran, Intesa con Iran, il ministero degli Esteri, Mohammad Zarif, Donald Trump, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik