Widgets Magazine
12:03 24 Agosto 2019
Monumento sovietico in Polonia (foto d'archivio)

Dal 2014 smantellati circa 100 monumenti dedicati a soldati sovietici in Polonia

© Sputnik . Alexey Vitvitsky
Mondo
URL abbreviato
3214

Circa 100 monumenti dedicati ai soldati sovietici sono stati demoliti in Polonia negli ultimi anni, ha riferito oggi ai giornalisti l'ambasciatore russo in Polonia Sergey Andreev.

Oggi i diplomatici russi hanno commemorato il generale Ivan Chernyakhovsky nel luogo della sua morte vicino a Penenzhno, nel nord della Polonia. Nel 2015 il monumento eretto sul luogo in cui era morto il generale era stato demolito secondo una decisione delle autorità polacche.

"Sono dati stimati", ha detto l'ambasciatore, sottolineando che ultimamente le autorità polacche hanno cercato di non pubblicizzare lo smantellamento di questi monumenti.

"Secondo il nostro monitoraggio, emerge che dal 2014 ad oggi sono stati demoliti circa 100 monumenti", ha detto l'ambasciatore, sottolineando che "ne restano ancora più di 100".

Andreev ha inoltre ribadito la posizione della Russia precedentemente espressa più di una volta, secondo cui le autorità russe non avrebbero accettato il trasferimento dei monumenti dedicati ai soldati sovietici.

"Il monumento ha senso dove è avvenuto l'evento, dove è stata compiuta l'impresa, dove sono morti i soldati", ha detto.

Nell'autunno del 2017 sono entrati in vigore gli emendamenti alla legge che vieta la propaganda del comunismo o di un'altra ideologia totalitaria in Polonia. Tra le altre cose la legge obbliga le autorità locali a demolire i monumenti sovietici.

Correlati:

Russia, ministero Esteri invita la Polonia a rispettare accordi sui monumenti sovietici
Autorità della Polonia vogliono demolire decine monumenti sovietici restaurati
Tags:
Seconda Guerra Mondiale, URSS, Russofobia, Storia, monumenti, Sergey Andreev, Polonia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik