Widgets Magazine
01:03 18 Agosto 2019
MI6 chief Alex Younger speaks at MI6's Vauxhall Cross headquarters in central London, in this still image from video, Britain December 8, 2016.

Capo intelligence britannico: Russia cerca di dividere i paesi occidentali

© REUTERS / Crown Copyright/Handout
Mondo
URL abbreviato
14028

Il capo del servizio d'intelligence britannico MI-6, Alex Younger, ha dichiarato che la Russia sta conducendo una campagna mirata per spaccare l'alleanza dei paesi occidentali. Ha espresso questa opinione venerdì in un briefing per la stampa occidentale alla Munich Security Conference.

"Lo stato russo intende distruggere i legami e le alleanze che esistono tra noi, e penso che abbiano torto nel farlo", ha detto il capo dell'intelligence britannica MI6, citato dal giornale Financial Times. "Gli abbiamo chiarito che qualunque cosa pensino di ottenere con l'aiuto di questa campagna coordinata di azioni nascoste e aperte per screditare la qualità delle nostre istituzioni e delle nostre alleanze, non ne verrà nulla fuori" ha detto Young. "Il prezzo da pagare per questo sarà molto alto", ha avvertito il capo dell'MI6.

Ha ringraziato il gruppo d'iniziativa Bellingcat per le sue pubblicazioni secondo cui l'intelligence militare russa sarebbe stata coinvolta nel tentativo di avvelenare l'ex colonnello GRU Sergei Skripal e sua figlia Julia lo scorso marzo nella città inglese di Salisbury. Allo stesso tempo, Younger ha sostenuto che, secondo i servizi d'intelligence britannici, l'intelligence russa continua a rappresentare una minaccia per la sicurezza di Skripal.

Correlati:

Ex capo MI6: accordo su Brexit è rischioso per la sicurezza del paese
L'ex capo MI6 non crede che la Russia potesse influenzare i risultati delle elezioni USA
Ex ufficiale MI5 su caso Skripal: media si giocano la carta “è colpa dei russi”
Esperto: capo Mi5 spaventa l’Occidente con minaccia russa
Tags:
Servizi segreti, Servizi di sicurezza, servizi segreti, servizi segreti, MI6, Regno Unito, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik