01:40 26 Aprile 2019
Una giovane.

Perché alcuni giovani muoiono improvvisamente?

© Sputnik . Vladimir Sergeev
Mondo
URL abbreviato
160

Ve lo spiega il medico legale.

Secondo una versione, la causa della scomparsa prematura del popolare rapper Decla (Cyril Tolmatsky) è stata la morte cardiaca improvvisa. Centinaia di giovani a causa di essa muoiono ogni anno. Sputnik insieme a un esperto capisce perché è successo e chi è più a rischio.

Statistiche

A Mosca, muoiono circa duemila giovani all'anno, per lo più uomini. Se escludiamo la droga, l'alcool, l'avvelenamento per diverse sostanze tossiche, la quota di morte cardiaca improvvisa tra le persone di età inferiore ai 35 anni colpisce solo un centinaio di casi.

Succede che un sano giovane, improvvisamente si afferra il petto, cade e muore letteralmente di pochi minuti. E nessuno, incluso il pronto soccorso, può salvarlo. Che tipo di malattia colpisce una giovane vita così all'improvviso? È possibile riconoscere i sintomi durante l'infanzia e prevenire la morte?

Segni post mortem della malattia

Insonnia
© Depositphotos / Leungchopan

"Abbiamo condotto studi epidemiologici su vasta scala, di medicina legale alla facoltà per cinque anni, e si è scoperto che durante l'esame visivo del corpo ci sono visibili i segni caratteristici della malattia di chi muore in questo modo", dice Yuri Pigokin, membro dell'accademia, direttore del dipartimento di medicina legale dell'università Sechenovsky.

Tra i segni delle vittime di arresto cardiaco improvviso, il professore osserva l'altezza, di oltre 180 centimetri, e il peso leggero associato ad essa (circa 70 kg), fisico poco allenato, forma allungata del cranio, divergenza dei denti, o, al contrario, sporgenti esternamente. Quasi sempre vengono rilevate la curvatura della colonna vertebrale, il patologico piegamento della gamba (a forma di X), spesso al piede hanno il secondo dito più lungo del primo.

"I cambiamenti negli organi interni riguardano principalmente il cuore, è meno normale. E ' ipoplasia. O allungato in lunghezza e ciò è dovuto, da un lato, alla displasia del tessuto connettivo (DST), dall'altro ha caratteristiche anatomiche del torace e della colonna vertebrale. Quasi sempre ci sono cambiamenti nei vasi sanguigni. L'aorta ha maggiore attorcigliamento, e meno diametro (ipoplasia), e si discosta dall'asse verticale. A volte il reparto discendente si diffonde, formando la cosiddetta "aorta a doppia canna". Anche i vasi cerebrali con una maggiore torsione, con una forma a s hanno contrazioni focali ed estensioni, si nota l'ipoplasia generale dei vasi sanguigni. Sulle arterie ci sono aneurismi e malformazioni " dice lo scienziato.

E aggiunge che la patologia delle arterie è particolarmente ben tracciata a livello microscopico. Scientificamente parlando, "ci sono alterazioni morfologiche della parete vascolare delle arterie".

"Tutti e tre i gusci sono colpiti, i confini tra i due non sono determinati, le cellule muscolari lisce sono improvvisamente sostituite dal tessuto connettivo, che colpisce i vasi sanguigni, cambia le loro proprietà e porta alla rottura cerebrale della circolazione coronarica. I disturbi dell'aneurisma sono particolarmente evidenti quando la parete vascolare si assottiglia e gli strati non sono praticamente fissi", continua il professor Pigolkin. Il disastro si verifica quando si sovrappongono fattori di rischio: attività fisica, stress psico-emotivo, malattie infettive, consumo di alcol.

Alla ricerca di mutazioni genetiche

Nelle cartelle cliniche dei defunti d'infarto in tutti i casi ci sono informazioni importanti sulle violazioni cardiovascolari e del sistema nervoso centrale: hanno avuto mal di testa, vertigini, perdita di coscienza, sindrome asteniche, segni di ipertensione arteriosa di primo e secondo grado. Il professore elenca le violazioni del sistema di funzionamento del cuore: il difetto di tachicardia; prolasso della valvola mitrale; la distonia. Si scopre anche che i morti sono stati osservati fin dall'infanzia da un neurologo, cardiologo, sono malati acuti e cronici malattie infettive quattro volte l'anno e più.

Il problema è che spesso i medici del bambino, individuando tutti questi sintomi, ma credono che passeranno con l'età. Nel frattempo, tali adolescenti e giovani dovrebbero essere classificati in un gruppo a rischio e curati attentamente. È particolarmente importante che i medici curanti abbiano un'idea della patologia del tessuto connettivo. Questa è la ragione per cui quasi il novanta per cento dei casi avviene tra i giovani.

"L'insegnante di educazione fisica a scuola o all'università, in teoria, dovrebbe anche avere le informazioni sullo stato di salute degli alunni e studenti, per non forzare il bambino oltre i suoi limiti, se ci sono le malattie di cuore, non si può correre millecinquecento metri a tempo" ha detto l'esperto.

Ora analizza con i colleghi i segni genetici che contribuiscono alla rottura del ritmo cardiaco (sindrome aritmogenica), la delaminazione o alla rottura dei vasi sanguigni. Questo alla fine servirà come principale fattore di morte cardiaca improvvisa in giovane età.

"E' importante tenere tali studi genetici anche con i parenti. I risultati miglioreranno la prevenzione della malattia e miglioreranno l'efficacia della terapia", conclude lo scienziato.

Correlati:

Foggia, prostituzione minorile e sequestro giovani: fermati 6 rom
Hawaii: verrà introdotto divieto di vendita sigarette ai più giovani di 100 anni
Vincitore Premio Nobel: i giovani italiani abbandonano le città per andare in provincia
Tags:
malattia, Giovani, Ricerca scientifica, Morte, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik